Società
stampa

Un brutto esempio e un pessimo segnale

L’opinione di  don Renzo Boscarol

Parole chiave: opinione (2), Sergio Staino (1), Avvenire (1)

Sergio Staino con una lettera al giornale ha chiesto di chiudere la sua collaborazione con "Avvenire".
Nelle scorse settimane è stata pubblicata la sua decisione con una accorata lettera del direttore Marco Tarquinio che prendeva atto con dispiacere della decisione, determinata purtroppo da una campagna di insulti e di inviti ad andarsene perché non gradito, in quanto comunista e… altro.
Per un anno è uscita la striscia domenicale che aveva come interprete principale "Gesù di Nazareth" che, con amabile ironia, comunicava, commentava, sottolineava vicende e persone. Giornalismo grande!.
La rubrica di Avvenire dei giorni seguenti ha ospitato altre lettere (2 contrarie e tante altre a favore) a dimostrazione che il problema esisteva; le voci contrarie si sono espresse con i toni che conosciamo e con invito a far sparire dalle pagine del quotidiano altre voci (Bergoglio, Bianchi e altre voci cantanti, tanto per esemplificare) a dimostrazione di quale sia l’obiettivo da colpire.
Per un lettore come chi scrive che segue da cinquanta anni Avvenire, alla cui pubblicazione abbiamo in tanti collaborato, non è stata una bella notizia.
Anzi.
Da queste pagine, manifestiamo solidarietà e amicizia a Sergio Staino, come anche al direttore di Avvenire per la scelta e l’impegno di sostenere tale presenza diventata amicizia per tanti. Insieme a questa solidarietà, non è possibile tacere sulla intransigenza e sulla malafede  che si è manifestata in modo così violento e non scusabile.
Tutto questo, al di là delle idee, è un brutto esempio ed un pessimo segnale.
La Chiesa è una cosa troppo seria per poter pensare di starci a queste condizioni; la vicenda insegna che la violenza è entrata nelle file di coloro che avrebbero ben altro da fare.
Un modo scoperto e truculento che non lascia spazio a illusioni. Onore al giornalismo del quotidiano Avvenire - ai suoi lettori ed amici- e del dottor Staino.
La strada della pubblica opinione ma soprattutto quella della accoglienza e del dialogo è ancora lunga.  
Guai a lasciarsi vincere da questa intransigenza che resta una brutta ferita.

© Voce Isontina 2018 - Riproduzione riservata
Un brutto esempio e un pessimo segnale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.