Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

La mensa della Caritas

La struttura è attiva dal 2015

Parole chiave: pasto (70), Caritas (84), mensa (10)
La mensa della Caritas

Quello offerto dalla mensa della Caritas è servizio pasti per chi è in difficoltà, operativo presso l’Oratorio san Michele in via Mazzini a Monfalcone.

Da quando esiste?
L’esperienza è iniziata nel gennaio 2008.

Chiunque può andarci?
Chiunque può accedere a questo servizio gratuitamente.

Qualcuno degli utenti contribuisce almeno un po’?
Qualcuno sì, se ne ha la possibilità.

Quanti pasti vengono serviti?
Vengono serviti 38-40 pasti dal lunedì al venerdì, più di 45 al sabato. Il servizio è per il pranzo, quindi dalle 12.00 alle 13.00.

Da dove arriva il cibo?
Buona parte dei pasti sono donati dalla SBE (dal lunedì al venerdì) e dalla centrale A2A (il sabato), alcuni vengono dalla mensa dell’ospedale o da privati.

Chi sostiene le spese per i materiali necessari?
Oltre al cibo, effettivamente, servono fondi per predisporre i coperti dei commensali, il materiale delle pulizie, riscaldamento...: di queste spese si fanno carico le parrocchie di Monfalcone con le offerte dei fedeli e la Caritas Diocesana con una parte dei fondi "8permille".

Chi gestisce la mensa?
Vi sono poco più di una ventina di volontari effettivi, che operano a turno.
Sono presenti dalle 11 per preparare quel che serve e restano fino alle pulizie dopo il pasto.
Questi volontari bastano?
No. Con disponibilità e sacrificio i presenti stanno continuando ad assicurare il servizio, ma ne servirebbero molti di più per coprire i vari turni, soprattutto dal lunedì al venerdì.

Chi sono le persone che si recano alla mensa?
Vi sono alcuni quasi sempre presenti, altri sono occasionali o che vengono nei locali della mensa finché la loro difficoltà momentanea non è superata.
Certi sono in cerca di lavoro o senza casa, altri pensionati che non arrivano a fine  mese o in aspettativa della pensione, alcune donne con bambini, alcune persone fragili, a volte qualche badante rimasta senza lavoro.
Vi sono attualmente più uomini che donne.
Le persone che frequentano la mensa vengono prevalentemente da Monfalcone o dai paesi limitrofi e sono per i due terzi italiani.

È vero che non sono solo gli "stranieri" a trovarsi in difficoltà per un pasto?
La difficoltà è quella economica per molti, ma non va posto sotto silenzio che accanto ad essa vi è anche quella altrettanto drammatica della solitudine che porta diversi a lasciarsi andare e non occuparsi come servirebbe di sé stessi.
La mensa offre a queste persone uno spazio di socializzazione in cui ciascuno possa ritrovarsi.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
La mensa della Caritas
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.