Gorizia
stampa

Un martire del Novecento: Padre Pino Puglisi

La pièce di Maria Rosaria De Vitis Piemonti in replica il 1 giugno a Lucinico

Parole chiave: padre Pino Puglisi (1), teatro (88), Attori senza confini (2), Pro Loco Gorizia (1)

La Compagnia "Attori senza confini" della Pro Loco di Gorizia, che quest’anno compie dieci anni di brillante attività alternando commedie con testi impegnati, propone "Un martire del Novecento: Padre Pino Puglisi" scritto e diretto da Maria Rosaria De Vitis Piemonti.
In questa pièce la logica del male, che irretisce soprattutto i deboli e i rifiutati da una società senza giustizia, si contrappone alla logica del bene e si giustifica come unica risorsa per gli abitanti di Brancaccio, uno dei quartieri più degradati di Palermo.
Un sacerdote coraggioso, Padre Pino Puglisi, si gioca la vita per cercare di realizzare il messaggio evangelico, costruendo un Centro di aggregazione per giovani sbandati e facilmente attratti dall’ambiente mafioso.
Uno dei tanti martiri cristiani del nostro tempo, beatificato tre anni fa.
Questi gli attori che daranno vita allo spettacolo: Antonio Abrescia (uno dei fratelli Graviano) Beatrice Bonato (Serena) Paolo Buiat (Leoluca Bagarella ) Donatella Cattaruzzi (suor Alda) Meri Corvaglia (la collega insegnante) Andrea Ianesch (l’agente di polizia), Francesco Monaco (il Cacciatore), Carla Righetti (suor Carolina), Giovanni Zandonai (Spatuzza).
L’ingresso è ad offerta libera, il ricavato verrà devoluto al CISI.
Una replica è prevista per il primo giugno a Lucinico, presso la sala parrocchiale ”San Giorgio” in via G. Cesare,1.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Un martire del Novecento: Padre Pino Puglisi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.