Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

La festa di S. Antonio sul colle di Medea

I riti in programma il 13 giugno

Parole chiave: Sant'Antonio (13), celebrazione (108), devozione (9)

Da secoli la comunità di Medea ha una particolarissima venerazione per Sant’Antonio da Padova, venerato in tutta la Chiesa il 13 giugno.
Sul colle di Medea esiste una chiesa che perde le sue origini nei primi secoli della storia cristiana, subendo nel tempo rimaneggiamenti, trasformazioni, ampliamenti, ma rimanendo sempre un punto fisso nella tradizione di Medea e nel cuore dei suoi abitanti, tanto che Sant’Antonio viene chiamato non solo da Padova o da Lisbona (luogo dove nacque) ma addirittura "Sant’Antoni di Migea".
Nella chiesetta sul monte vengono celebrate diverse Sante Messe il 13 di giugno. Anche quest’anno la tradizione si ripete. Il 13 giugno le Sante Messe sul colle saranno celebrate alle ore 5, 6, 7 (Votiva di San Vito Nogaredo e Chiopris Viscone), 8 (votiva di Jalmicco), 9 (votiva di Moraro e Capriva),10.30 (accompagnata dai "Sacri Cantores Theresiani"),16, 18.30 (in lingua friulana).
Durante tutte le Sante Messe verrà distribuito il pane di Sant’Antonio (benedetto nella Santa Messa delle ore 5) e ci sarà la possibilità di vivere il Sacramento della Riconciliazione.
Durante la Santa Messa in lingua friulana verrà consegnato, da parte del Sindaco Igor Godeas a nome dell’Amministrazione Comunale, l’olio per la lampada che arde davanti all’immagine di Sant’Antonio presente nella chiesa parrocchiale per chiedere al Santo taumaturgo di vegliare, come ha fatto in passato, sulla comunità di Medea.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
La festa di S. Antonio sul colle di Medea
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.