Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

Il "MoVi" avvicina gli studenti al volontariato

Per il secondo anno consecutivo, il "MoVi" della nostra regione, Movimento di Volontariato Italiano, cerca di far conoscere ai ragazzi l’attività del volontariato all’interno del proprio territorio.

Tre istituti della provincia di Gorizia, in particolare gli studenti delle classi quarte dell’Isis Buonarroti e Pertini di Monfalcone e gli studenti di alcune classi terze e quarte dell’Isis Slataper di Gorizia, hanno aderito al progetto denominato"Prove Tecniche di Volontariato" che prevede lo svolgimento di attività formative per dimostrare cosa voglia dire "fare volontariato". Tali attività sono svolte senza fine di lucro e molte delle associazioni che esistono all’interno della zona del Basso Isontino vi hanno aderito.
Tali esperienze hanno avuto inizio nel dicembre 2014 quando un addetto del MoVi Regionale, Denis Fontanot, ha incominciato ad incontrare le classi e a discutere con loro sui temi della cittadinanza attiva e del volontariato. Attraverso lavori di gruppo e progetti creati dai ragazzi stessi per rendere migliori i rapporti dei cittadini all’interno del proprio comune, sono stati coinvolti gli studenti.
Attualmente, gli studenti hanno avuto la possibilità di incontrare alcune associazioni di volontariato della zona, in modo tale da fare una prova pratica di tale attività, avendo poi la possibilità di scegliere l’associazione più adatta alla propria personalità e alle proprie attitudini, una scelta che varia per settore, luogo di svolgimento e impegno.
Gli ambiti in cui i ragazzi sperimenteranno il proprio lavoro di volontario sono:  intrattenimento con i bambini o con gli anziani, conoscenza del volontariato d’emergenza, situazioni di disagio sociale, l’ambiente e gli animali,  le attività di sensibilizzazione sul mercato equo solidale ed infine attività di promozione delle comunità e dei paesi.
"Prove Tecniche di Volontariato"  è un percorso che sta permettendo di rafforzare il rapporto tra studenti e territorio, consentendo loro di conoscere meglio le realtà che li circonda, favorendo la nascita di ulteriori percorsi di approfondimento e conoscenza delle problematiche sociali.
Fare volontariato non vuol dire solo donare la propria disponibilità per cercare di aiutare le persone più bisognose e conoscere meglio il territorio assieme a tutti gli ostacoli sociali che esso comporta ma vuol dire anche arricchirsi personalmente.
Il volontario infatti, attraverso il suo servizio gratuito, rappresenta un’importante occasione per conoscere meglio se stessi e raggiungere, attraverso delle buone azioni, la soddisfazione di fare qualcosa che contribuisce a migliorare la zona in cui si vive, nonché le proprie condizioni di vita.

Il "MoVi" avvicina gli studenti al volontariato
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.