Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Un anno di grandi opere pubbliche

Numerose le strutture messe in cantiere dall’amministrazione comunale di Cervignano del Friuli realizzate senza attuare ritocchi all’addizionale Irpef, alle aliquote Imu ed alla Tari

Parole chiave: opera pubblica (1)
Un anno di grandi opere pubbliche

Per il Comune di Cervignano questo sarà l’anno delle grandi opere pubbliche, realizzate senza attuare ritocchi all’addizionale Irpef, alle aliquote Imu di competenza comunale, alla Tari, già diminuita del 6 per cento nel 2021. Un aumento interesserà le famiglie con anziani in casa di riposo, perché le rette alla Sarcinelli crescono. Si tratta di una decisione legata all’emergenza Covid che non consente alla struttura di occupare tutti i posti letto a disposizione. La retta per non autosufficienti residenti passa da 59,11 euro a 61,15, quella per non autosufficienti non residenti da 62,52 a 65,74. Questo, in estrema sintesi, il bilancio di previsione 2022-24 approvato dalla giunta di Cervignano, che si attesta attorno ai 40 milioni e che dovrà passare al vaglio del consiglio comunale entro gennaio. Ci sono poi gli importanti lavori di recupero nell’area delle ex caserme, con l’avvio della realizzazione della piscina (circa 5 milioni di euro in 20 anni), e del nuovo polo scolastico (circa 6,6 milioni).
Poi partirà anche il cantiere per la realizzazione della nuova rotatoria di via Chiozza (634 mila euro) e la realizzazione di tre nuove piste ciclabili (1,6 milioni) e del nuovo centro intermodale alla stazione ferroviaria (2 milioni). Quest’anno saranno completati i primi lavori finanziati dal progetto "Mar e Tiaris", che vede coinvolti più comuni, con capofila quello di Grado. L’amministrazione di Cervignano, con la quota di propria competenza, realizzerà tre interventi: la ristrutturazione dell’ex casa per ferie di Strassoldo (186 mila euro), la copertura del mosaico di piazza Marconi (60 mila euro) e i lavori per la creazione di un’area di allenamento individuale nella frazione di Muscoli, nella zona antistante il parcheggio accanto agli impianti sportivi (15 mila euro). Saranno avviati anche i lavori di manutenzione della casa di riposo (995 mila euro). Nei primi mesi dell’anno termineranno i lavori di sistemazione e asfaltatura delle vie Mercato, Volta e Colombo (importo a bando di 175 mila euro), il completamento dei lavori di ristrutturazione degli ex uffici del lavoro di via San Francesco, la nuova sede Auser regionale (circa 400 mila euro), il ripristino della spalletta del ponte a Muscoli (15 mila euro) e la realizzazione dell’illuminazione pubblica su Via Veneto e nella frazione di Scodovacca (125 mila euro).
Tra gli interventi programmati e finanziati ci sono il completamento dei lavori di ristrutturazione della palestra di Scodovacca (230 mila euro), la ristrutturazione del palazzetto dello sport, la sistemazione del campo di calcio sintetico di Muscoli, la sostituzione dei fari del campo di calcio di piazzale Lancieri d’Aosta con lampade a led e la realizzazione di un nuovo campo di allenamento all’interno della struttura. Miglioramenti, infine, anche per i cimiteri di Strassoldo e Muscoli.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Un anno di grandi opere pubbliche
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.