Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Nuovo polo di interscambio

La nuova autostazione delle corriere di Cervignano sarà spostata dalla attuale sede in piazzetta Marconi, nei pressi della chiesa madre di San Michele, alla stazione ferroviaria

Parole chiave: autostazione (1), polo intermodale (4)
Nuovo polo di interscambio

L'amministrazione comunale di Cervignano sta proseguendo con il progetto che prevede la realizzazione di un centro intermodale passeggeri che vedrà la luce nei pressi della stazione ferroviaria. L’opera si rende necessaria per potere garantire un polo di interscambio modale tra gomma, rotaia e i mezzi privati. La nuova autostazione, come previsto, sarà spostata dalla attuale sede, in piazzetta Marconi, nei pressi della chiesa madre di San Michele, alla stazione ferroviaria. Lo spazio che così si renderà libero sarà utilizzato per valorizzare la piazzetta in questione.
Per la nuova autostazione il Comune ha beneficiato di iniziali 1.650.000 euro di finanziamenti regionali e della ex Provincia e rientra nei lavori previsti dal Piano regionale del Trasporto pubblico locale.
Si prevedono notevoli vantaggi per gli utenti, grazie alla maggiore facilità e rapidità degli interscambi, per proseguire con l’aumento di capienza del parcheggio per le vetture, che prevede la realizzazione di oltre un centinaio di posti con stalli a spina di pesce. Inoltre, con lo spostamento dei mezzi di trasporto pubblico in un’area periferica, si potrà avere alleggerimento del traffico veicolare cittadino. In questa visione sono da ricordare anche i lavori che prevedono la nuova rotonda tra via Chiozza e piazza Lancieri, che faciliterà l’accesso delle vetture al parcheggio che sorgerà ei pressi dell’attuale scalo ferroviario (accessibile dai pedoni attraverso il piazzale della stazione e da via Vespucci).
Per permettere l’edificazione della rotatoria sarà demolita la pista ciclabile, l’isola spartitraffico, l’illuminazione a bordo della pubblica via e parte della recinzione della caserma. Gli attraversamenti pedonali e ciclo-pedonali saranno realizzati nei bracci più protetti. La rotonda garantirà anche un miglior collegamento con il palasport, renderà più sicura l’uscita su via Chiozza, e faciliterà l’accesso al futuro centro studi, che sorgerà all’interno degli spazi dell’ex caserma Monte Pasubio.
Si prevede che l’inizio dei lavori della rotonda possa avvenire tra circa un mese.

© Voce Isontina 2022 - Riproduzione riservata
Nuovo polo di interscambio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.