Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

Un anno di sperimentazione

L’esperienza fatta dalla Comunità Capi del Monfalcone 1° come verifica del lavoro svolto e per riscoprire l’essenza vera dell’essere scout

Parole chiave: Monfalcone 1° (2), comunità capi (1), scout (64)

  on la chiusura della Festa di Gruppo dello scorso 26-27 settembre, la Comunità Capi del Gruppo Scout Monfalcone 1 "San Michele" si è subito rimboccata le maniche per far partire al meglio il nuovo anno scout. Quello appena concluso, iniziato nel mese di ottobre 2014, è stato ancora una volta molto intenso ed entusiasmante.
Come prima cosa messa in programma, è stata organizzata una riunione dei genitori aperta anche ai Rovers ed alle Scolte maggiorenni del Gruppo per la presentazione del nuovo Progetto Educativo di Gruppo.
Lo scorso anno scout ci ha messi davanti ad una decisione molto importante da prendere. Siamo stati scelti assieme ad altri Gruppi della Zona e della Regione a partecipare a ciò che ormai per noi è pane quotidiano: la sperimentazione… ovvero la regione Friuli Venezia Giulia si è posta di analizzare attraverso un percorso "lo stato di salute delle Comunità Capi in regione". Alla luce del fatto che la proposta era stata fatta a pochi Gruppi e rinunciare voleva dire non dare il nostro contributo e dal fatto che i temi su cui lavorare ci risultavano allettanti e rispecchiavano molto la nostra realtà; abbiamo deciso di SPERIMENTARCI!!!
Noi Capi Gruppo assieme agli altri Capi Gruppo partecipanti, in collaborazione con i Capi che hanno fatto nascere questo progetto, abbiamo dato vita ad una commissione. Durante quest’anno ci siamo incontrati un paio di volte per lavorare e produrre del materiale da riportare poi nelle nostre realtà. I temi presi in considerazione vertono su quattro percorsi: riappropriarsi dell’essenza dello scoutismo adulto ovvero vivere il roverismo in Comunità Capi; il tema della precarietà riguardante la gestione dei tempi e degli impegni dei singoli Capi; il protagonismo dei Rover e delle Scolte nelle scelte del Gruppo, dedicando a questi ragazzi, per lo più maggiorenni, maggior attenzione nel coinvolgimento di scelte ed organizzazione di attività destinate all’intero Gruppo ed infine l’iter di formazione capi: se vogliamo dare qualità all’educazione, i ragazzi che ci vengono affidati hanno diritto di avere degli adulti formati su metodologia, relazione, ecc. Quest’ultimo punto, da un po’ di anni, ha vissuto delle trasformazioni che devono essere verificate per capire se stiamo andando verso la direzione corretta.
Ma l’anno appena trascorso non è stato solo "sperimentazione" ma anche "strada", per questa Comunità che ha voglia di andare oltre e riscoprire l’essenza dell’essere scout.
Condivisione, verifica e confronto attraverso i nostri Progetti del Capo.
Ci ha visto poi addentrarci nel percorso educativo alla fede, prima metodologico e poi pensato per la nostra realtà per meglio essere testimoni del messaggio di Dio.
Abbiamo dedicato del tempo alla cooperazione con il Consiglio Pastorale parrocchiale che ha fornito a tutti i gruppi della parrocchia un documento contenente riflessioni e provocazioni sul tema tratto dalla lettera pastorale del Vescovo, in modo particolare "accoglienza" e "battesimo".
E tra uscite di Gruppo, di Comunità Capi, incontri, eventi estivi, campi di formazione, è arrivata l’estate 2015 dando il via agli eventi estivi. I primi a partire sono stati i ragazzi del nostro Clan "La Quercia" che dal 27 luglio hanno fatto strada in Toscana, partendo da Altopascio per concludere a Siena il 2 agosto, seguendo l’antica via Francigena.
A seguire e quasi in concomitanza si sono svolte le "Vacanze di Branco" del Branco misto "Waingunga" a Montefosca (frazione di Pulfero), dal 9 al 16 agosto, con ambientazione "Asterix ed Obelix" ed il campo del Reparto misto "Fenice Selvaggia" in località Riu Vert a Forni di Sotto, dal 10 al 21 agosto. L’ambientazione, pensata interamente dai ragazzi, riguardava un viaggio nel tempo con un fantomatico dottor Doc che ha catapultato i partecipanti nell’epoca dei pionieri, dei greci e dei robot.
A chiudere il cerchio, il 23 agosto è partito il Noviziato per una "route" in bicicletta. Da Tarvisio i ragazzi, percorrendo una cinquantina di km. al giorno, hanno raggiunto Monfalcone il 26 agosto. Durante la "route", nei momenti di sosta, oltre a rinfrescarsi, asciugarsi, rifocillarsi e visitare i vari luoghi, hanno avuto occasione di riflettere e discutere su parte dell’Enciclica di Papa Francesco "Laudato sii".
Si ringrazia, per il loro contributo, la Fondazione Ca.Ri.Go. e la COOP Nord Est che ci hanno fornito rispettivamente materiale tecnologico ed alimentari per lo svolgimento delle nostre attività.
Avvisiamo inoltre che sono aperte le iscrizioni al Gruppo Scout Monfalcone 1, telefonando all’oratorio "San Michele" di via Mazzini, dal lunedì al venerdì, dalle 15.00 alle 19.00, allo 048146048.

Un anno di sperimentazione
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.