Società
stampa

Il linguaggio del gioco non conosce confini

Riuscita iniziativa transfrontaliera che ha coinvolto una trentina di bambini

Parole chiave: piazza Transalpina (1), gioco (11), Caritas (143)
Il linguaggio del gioco non conosce confini

Grazie alla tenacia e all’impegno dell’associazione Humanitarno Drustvo Kid di Nova Gorica nel pomeriggio giovedì 27 agosto la Piazza Traspalpina - Trg Evrope si è riempita delle voci dei bambini e dei colori dei loro giochi.
Per i più piccoli basta proprio poco per insegnare agli adulti che i confini e le divisioni tra i vari popoli non hanno nessun senso, perché l’umanità è una fratellanza universale.
Alla spontaneità dei ragazzi sono bastati solamente pochi ingredienti per costruire nuove amicizie: un pomeriggio assolato di fine agosto, dei semplici giochi e una piazza transfrontaliera che si estende tra due Stati.
Nemmeno la diversità linguistica ha creato ostacoli per le nuove amicizie, perché il linguaggio del gioco è davvero internazionale.
Il pomeriggio di festa è stato un’intuizione della signora Majda Smrekar presidente dell’associazione Humanitarno Drustvo Kid che ha coinvolto l’associazione culturale di Nova Gorica "Goriška.si", la Caritas diocesana di Gorizia e la Caritas parrocchiale di Sant’Andrea, che hanno aderito ben volentieri all’iniziativa.
La festa, che si svolgeva per la prima volta,  ha coinvolto una trentina di ragazzi e si è protratta dal primo pomeriggio sino all’ora di cena.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Il linguaggio del gioco non conosce confini
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.