Società
stampa

Azione Cattolica: chiamati a colmare la distanza tra Chiesa e impegno politico

Nel contesto di un percorso che l’Azione Cattolica diocesana ha intrapreso a sostegno di  quanti sono impegnati nella pubblica amministrazione si è tenuto un incontro presso la sala del Consiglio comunale di Gradisca d’Isonzo.

Parole chiave: Azione cattolica (102), impegno politico (3), dom Franco Mosconi (1)
Azione Cattolica: chiamati a colmare la distanza tra Chiesa e impegno politico

Un incontro per riaffermare non solo la vicinanza a chi è impegnato per il bene comune in un momento alquanto delicato per il nostro territorio e per il nostro paese ma anche per colmare una distanza che, nel tempo, si è andata a percepire tra la Chiesa e impegno politico, spesso divisi da contrapposte posizioni.
Ad accompagnare il folto pubblico di amministratori locali ma anche di cittadini ed interessati dom Franco Mosconi, monaco camaldolese priore dell’eremo di San Giorgio sulla Rocca di Garda a Bardolino (VR).
L’intervento è partito da una constatazione: essere cristiano ed essere cittadino non è più una identificazione così immediata come fino a qualche anno fa’, la società già da diverso tempo non ha più nella fede cristiana i propri riferimenti.
Quali sono quindi gli atteggiamenti possibili? Da una parte la tentazione di una restaurazione oppure il coraggio di una costruzione condivisa di una nuova società.
Per aiutarsi nella riflessione dom Franco ha scelto il brano degli atti degli apostoli dell’incontro di Filippo con l’etiope, di cui ha approfondito diversi passaggi.
In un primo passaggio è stato messo in evidenza come Filippo si ritrovi solo sulla strada per Gaza, cioè una strada deserta, una situazione che potrebbe assomigliare quella in cui ci troviamo noi oggi, in un contesto sociale non favorevole.
L’incontro con l’etiope invece incoraggia Filippo ad assumere atteggiamenti di accoglienza, ascolto, ed avviare un dialogo con chi è diverso e, quindi, portatore di valori diversi.
Da questo l’incoraggiamento a stare volentieri con speranza ed ottimismo in questo tempo nonostante le difficoltà, nonostante sembri impossibile un cambiamento.
C’è bisogno di riscoprire la pedagogia dell’accompagnamento rieducandosi all’accoglienza e ad un paziente ascolto delle istanze e delle potenzialità della società in cui viviamo lasciando spazio all’altro senza pretendere di imporre e programmare.
La lettura fatta da dom Franco è stata particolarmente apprezzata, ha suscitato anche un breve confronto, il brano proposto ha fornito diversi spunti di riflessione per i presenti.
L’impegno dalle presidenza diocesana di Ac è di proseguire con questi incontri, anche per rispondere alla richiesta da tanti sollevata di non rimanere soli nel loro impegno di amministratori; a breve un gruppo di lavoro si riunirà per una impostare i prossimi appuntamenti.

Azione Cattolica: chiamati a colmare la distanza tra Chiesa e impegno politico
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.