Società

L’invasione russa dell’Ucraina letta sulla base delle norme e dei principi espressi dal Diritto internazionale nell’intervista alla prof.ssa Chiara Redaelli

La tragedia ucraina ha aperto brecce nei muri ideologici innalzati in un passato anche recente

Il ruolo della diplomazia è ritornato al centro del dibattito in questi giorni in cui sta assistendo al terribile attacco russo nei confronti dell’Ucraina. Ne abbiamo parlato con il professor Georg Meyr, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Trieste

Il rifiuto della guerra, nella visione del papa, non si limita solo al rifiuto dell’uso delle armi (ci sono ’guerre’ che si combattono senza armi militari) ma si estende alla logica della pura forza nell’uso del potere.

Presentato il riordino dell’archivio storico dell’Azione Cattolica

Quali saranno i futuri scenari economici e quali le conseguenze più dirette del conflitto tra Ucraina e Russia? Ne parliamo con Marco Girardo, capo redattore della redazione di Economia e Politica economica di "Avvenire"

In fuga dalla guerra in Ucraina  insieme alla mamma, alla sorellina e la nonna. Un lungo viaggio fino a Gorizia grazie a Francesco, il suo ragazzo, corso fino in Romania per portarle in salvo. Questa la storia di Ilona e della sua famiglia

La tragedia che il popolo ucraino sta vivendo sembra avere, finalmente, smosso quell’indifferenza più volte denunciata da papa Francesco.

Le cause storiche e le possibili prospettive della guerra che si sta combattendo in Ucraina nell’intervista con il professor Cesare La Mantia docente associato di Storia dell’Europa orientale al Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università degli Studi di Trieste

In queste ore in cui l’Ucraina è sotto attacco, centinaia di migliaia di persone si stanno concentrando lungo le frontiere. L’aiuto anche dalla Caritas diocesana

"La lacerazione nella vita degli uomini e delle donne costretti con la violenza psicologica e fisica a lasciare le proprie case ed a partire verso un ignoto destino è divenuta per troppo tempo un vuoto vergognoso nella storia del nostro Paese"

In un difficile contesto, l'isontino non vede l'aprirsi di molte prospettive di sviluppo

I recenti avvenimenti, sfociati in esplosioni di violenza che hanno coinvolto giovani e giovanissimi, portano a porsi molte domande ma anche a cercare esempi virtuosi da portare come modello per una "sana" emulazione