Società

L’Azione Cattolica vivrà la due giorni diocesana il 4 e 5 settembre

I dati di attività del Centro di ascolto diocesano, degli Empori della solidarietà di Gorizia, Monfalcone, Gradisca e Cervignano e dell’Emporio dell’Infanzia

Non saranno certamente le barriere che gli Stati continuano ad innalzare ai propri confini a bloccare questo flusso di disperazione

La testimonianza di Alessandro, giovane che ha appena concluso la sua esperienza di stage presso la Caritas diocesana di Gorizia: il suo incontro con le Opere Segno, ma anche con i tanti volti e cuori che arrivano a chiedere un aiuto in un momento difficile della loro vita

Da metà giugno il numero dei contagiati ha ricominciato a crescere. In questa fase ad essere infettate sono soprattutto persone sotto i 45 anni di età

Intervista a don Stefano Goina, docente di Filosofia all’indirizzo Linguistico dell’Istituto D’Annunzio - Fabiani di Gorizia, al termine dei recenti Esami di Stato di secondo ciclo

In questo 2021 ricorrono due importanti anniversari: i 50 anni di Caritas italiana e i 40 anni della Caritas diocesana di cui ripercorriamo i momenti più significativi attraverso le parole dei direttori. In questo numero ospitiamo don Paolo Zuttion

I grandi cambiamenti antropologici, culturali e sociali in atto presentano ambivalenze e contraddizioni

"Quando scoppiò la guerra nella ex Jugoslavia ci si interrogò su come fare affinché l’intervento di aiuto, di sostegno a questi Paesi, potesse essere testimonianza di una carità che cerca l’incontro, che favorisce il dialogo, che per quanto possibile porta avanti il tema della giustizia, lo scambio tra diversità, senza esasperare gli aspetti delle differenze di religione, etnia, nazionalità..."

Due pomeriggi di riflessione e condivisione per giovani scampanotadôrs

La dott.ssa Roberta Chersevani, presidente dell’Ordine  dei medici, chirurghi e odontoiatri della Provincia di Gorizia sottolinea che “Il personale sanitario è stato travolto  da una malattia grave, non conosciuta e si è trovato  a lavorare nei primi tempi senza le adeguate protezioni, senza linee guida che ne orientassero il comportamento, in un contesto sanitario già difficile prima della pandemia, per i tanti tagli economici del passato"

Con i fondi raccolti grazie alle firme  dei contribuenti italiani per l’8xmille alla Chiesa Cattolica  e destinati dalla Conferenza episcopale italiana  all’Arcidiocesi di Gorizia,  il Fondo "Scrosoppi" può proseguire nella propria attività a favore di coloro che hanno subito e subiscono  le pesanti conseguenze economiche della pandemia

Martedì 25 maggio la prima udienza davanti al GUP del Tribunale di Roma sul caso del ricercatore di Fiumicello ucciso in Egitto nell’inverno 2016

Partono da questa settimana le storie di famiglie, coppie, uomini, donne che hanno incontrato, tramite la Caritas diocesana e parrocchiale, la prossimità delle comunità

I fondi dell’8xmille destinati  dalla Conferenza episcopale italiana all’arcidiocesi di Gorizia hanno permesso di assicurare la continuità di un servizio fondamentale per tante famiglie  anche in un anno veramente difficile per educatori, ragazzi e famiglie in cui ci si è dovuti continuamente reinventare per offrire sempre il miglior supporto possibile

"È lecito domandarsi se questa convergenza che si misura sul piano organizzativo e della risposta alla pandemia (peraltro non esente da ritardi ed errori) possa avere riscontri anche sul piano di una maggiore integrazione politica tra i Ventisette. Perché la vera debolezza dell’Europa si misura nel fatto che ci sono ancora insufficienti politiche comunitarie"

Quale futuro per la scuola italiana dopo il Covid-19? Ne abbiamo parlato con la prof.ssa Elisabetta Madriz, pedagogista, ricercatrice a tempo determinato  in Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento  di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste