FAQ - Frequently Asked Questions
stampa

Nel caso uno dei due sposi si dichiari ateo ci si può sposare in chiesa? Come si può pensare la celebrazione?

Risposte a domande semplici per chi vive nella comunità cristiana

È difficile trovare una coppia che abbia la stessa identica posizione circa la fede.
Le idee possono essere le più diversificate: dall’adesione convinta e attiva alla fede, alla repulsione ugualmente attiva e convinta, passando per tutti i gradi intermedi.
È opportuno che durante il tempo del fidanzamento si parli anche del proprio vissuto religioso e ci si confronti sui valori che stanno alla base del proprio progetto di vita.
La diversità di posizioni a volte può creare qualche problema, ma molto spesso, se c’è il rispetto e un dialogo autentico, può essere l’occasione per andare in profondità nel proprio pensiero. In ogni caso il dialogo è importante, ma tanto più se le posizioni su questioni fondamentali sono differenti il dialogo deve essere intenso ed esplicito sul proprio modo di intendere la famiglia, su quale spazio dare alla pratica religiosa, su che tipo di educazione dare ai figli.
Per aiutare questo dialogo nel cammino di preparazione al matrimonio, nel caso uno dei due fidanzati si dichiari ateo/a, vengono esplicitate alcune richieste da sottoscrivere.
Alla parte credente viene chiesto di fare quanto è in suo potere perché i figli siano battezzati ed educati nella Chiesa Cattolica e di allontanare da sé il pericolo di abbandonare la fede cattolica. Alla parte che si dichiara atea si chiede di prendere atto e di rispettare le promesse fatte e gli impegni assunti dalla parte credente e di conoscere e accettare le caratteristiche del matrimonio come sacramento (unicità, fedeltà, indissolubilità, fecondità…).
Nel caso di un matrimonio di questo tipo è più opportuno che la celebrazione avvenga in una liturgia della Parola, e quindi senza la celebrazione dell’eucarestia, sottolineando più ciò che unisce che ciò che divide gli sposi nel vivere la propria dimensione spirituale.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Nel caso uno dei due sposi si dichiari ateo ci si può sposare in chiesa? Come si può pensare la celebrazione?
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.