A tutto sport
stampa

L’Ajax del calcio totale

Cronaca, commenti, storia e aneddoti sullo sport

Ogni classifica è sempre opinabile, nello sport poi a volte si decide con il cuore più che con la testa. Ma la maggioranza degli addetti ai lavori sono concordi, ed io con convinzione mi associo, di dire che l’Ajax del quinquennio dal 1969 al 1974, sia stata la squadra di calcio più forte di sempre in Europa.
L’Ajax, come il leggendario eroe greco Aiace da cui prese il nome, è sempre stata una squadra combattiva, tenace ed è da sempre conosciuta come una fucina di talenti calcistici. In un periodo in cui i club vivevano sulle prodezze dei propri fuoriclasse, l’Ajax, guidato da Rinus Michels prima e Stefan Kovacs poi, propone un tipo di gioco brioso dove tutti gli undici in campo sono sempre in movimento. Nacque così il calcio totale che superava il dogma per cui i giocatori dovevano avere un ruolo predefinito senza eventuali "licenze". Nel calcio totale giocatori effettuavano un pressing costante sui portatori di palla avversari con un gioco portato all’attacco e con la possibilità per chi era in possesso della palla di avere sempre almeno 3 compagni liberi a cui passare il pallone. In questo modo si toglieva agli avversari qualsiasi punto di riferimento. In questo calcio la preparazione atletica era importante, più di quella tecnica o quantomeno uguale. Emergeva in quel periodo anche un talento puro come Johan Cruijff, il più grande giocatore europeo di sempre.
Val la pena ricordare l’undici titolare di quella fantastica formazione, ricordando però che almeno altri quattro giocatori destinati alla panchina, al momento del loro utilizzo non facevano rimpiangere i titolari: Stuy, Suurbier, Krol, Muhren, Rijnders, Blankenburg, Swart, Haan, Cruijff, Neeskens, Keizer.

L’Ajax del calcio totale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.