Musica, Sport & Spettacoli
stampa

Si inaugura l’Archeofest

Ad Aquileia una tre giorni di incontri e dibattiti sui grandi temi della valorizzazione del patrimonio culturale italiano e dell’economia della cultura

Si aprirà mercoledì 29 luglio ad Aquileia la prima edizione dell’Archeofest, che si terrà in contemporanea all’Aquileia Film Festival, storica rassegna internazionale del cinema archeologico giunta quest’anno alla sesta edizione e che vedrà ancora una volta Alberto Angela ospite d’onore nella serata finale di venerdì 31 luglio.
Da mercoledì 29 a venerdì 31 luglio una tre giorni di incontri e dibattiti sui grandi temi della valorizzazione del patrimonio culturale italiano e dell’economia della cultura, di dialoghi con grandi autori e storici, di proiezione di documentari internazionali di cinema archeologico e di visite guidate e itinerari alla scoperta degli scavi di Aquileia e dell’intero Friuli Venezia Giulia: un’iniziataiva targata Fondazione Aquileia, ente che dal 2008 si occupa della valorizzazione archeologica del sito di Aquileia, in collaborazione con VeneziePost, il quotidiano che racconta il futuro del Nordest, Archeologia Viva , rivista leader in Italia specializzata in archeologia e Rassegna internazionale del cinema di Rovereto.
Ad aprire il calendario dei dibattiti, mercoledì 29 alle 18, il giornalista del Corriere della Sera Lorenzo Salvia, che a partire dal suo ultimo libro "Resort Italia. Come diventare il villaggio turistico del mondo e uscire dalla crisi " si confronterà con Paolo Verri, direttore candidatura Matera 2019 Capitale Europea della Cultura e Marina Valensise, direttore dell’Istituto italiano di Cultura a Parigi sul tema "Dalla tutela alla valorizzazione: la forza del nostro patrimonio culturale".
Alle 21 la serata si aprirà con la proiezione del film "Pavlopetri. Un tuffo nel passato", sulla scoperta della più antica città sommersa al mondo e proseguirà alle 22 con l’incontro con Simona Rafanelli, direttrice del Museo Archeologico di Vetulonia e il jazzista Stefano "Cocco"Cantini che daranno voce all’antica musica degli Etruschi. Alle 23 inizierà la proiezione del film "I dominatori delle gelide steppe" sulla suggestiva scoperta della tomba di un guerriero orientale scita morto 2300 anni fa nelle steppe della Mongolia.
Giovedì 30 luglio, sempre alle 18, focus sulla cultura che si fa impresa nel dibattito "Da enti a aziende culturali".
Alle 21 la serata del Film Festival si aprirà con il film "Il Perù millenario: una storia inesplorata", per proseguire con la conversazione-intervista di Piero Pruneti, direttore di Archeologia Viva al noto scrittore e storico Luciano Canfora che presenterà il suo ultimo libro "Augusto. figlio di Dio". Alle 23 la serata continuerà con la proiezione del film "Lo scriba che dipinge".
Venerdì 31, si aprirà invece con un doppio appuntamento: in programma alle 10, "Museums on the Map" lezione a cura di Guido Guerzoni, docente di Management della cultura all’Università Bocconi di Milano, che, a partire dal lavoro di mappatura di oltre 600 musei internazionali realizzato per il volume omonimo edito da Fondazione di Venezia e Umberto Allemandi editore, analizzerà complessità, ruoli e mission delle istituzione museali rispondendo alla domanda: cosa significa progettare un museo nel XXI secolo?  
A concludere il ciclo di incontri, venerdì 31 luglio alle 11.30, sarà l’intervento del presidente Fondazione Symbola Ermete Realacci, che interverrà ne "La cultura ci fa ricchi" e discuterà con Stefano Micelli, economista e direttore scientifico della Fondazione Nord Est, dei dati dell’edizione 2015 del rapporto "Io sono cultura": secondo le indagini promosse dalla Fondazione Symbola, le imprese delle filiere culturali e creative producono 78,6 miliardi di valore aggiunto e ’attivano’ altri settori dell’economia arrivando a muovere complessivamente il 15,6% del valore aggiunto nazionale, equivalente a 227 miliardi di euro.
Alle 21 la serata finale si aprirà con la proiezione del documentario "Punta Linke- La memoria" sullo straordinario recupero delle testimonianze della prima guerra mondiale sulle alte quote delle Alpi da parte degli archeologi e alle 22 Alberto Angela presenterà il suo ultimo libro "I tre giorni di Pompei".
Alla fine della serata ci sarà l’assegnazione del Premio Aquileia, un mosaico della Scuola Mosaicisti di Spilimbergo al film più votato dal pubblico nei tre giorni. L’ingresso agli incontri e film è gratuito. In caso di pioggia gli incontri e le proiezioni si svolgeranno nella Sala Romana.

Si inaugura l’Archeofest
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.