Musica, Sport & Spettacoli
stampa

Sentirsi a casa... dall’altra parte del mondo!

Conclusa con straordinario successo la tournée in terra argentina del gruppo corale giovanile dell’associazione Incanto di Capriva del Friuli diretto da Manuela Marussi

Parole chiave: Argentina (2), Freevoices (14), tournée (3)
Sentirsi  a casa... dall’altra parte del mondo!

Si è conclusa giovedì 24 gennaio, la tournée argentina del gruppo giovanile Freevoices dell’associazione InCanto di Capriva del Friuli.
Nei dieci effettivi giorni di permanenza in Sudamerica i giovani coristi, diretti da Manuela Marussi e accompagnati al pianoforte da Gianni Del Zotto, arrangiatore delle musiche, hanno sostenuto sei importanti concerti nelle città di Colonia Caroya, Morteros, San Francisco, Avellaneda e Buenos Aires, sempre accompagnati da un largo seguito di pubblico.
Assieme al gruppo, ospitato dai vari centri friulani e dalle municipalità, il sindaco di Capriva Daniele Sergon che ha svolto un importante ruolo istituzionale negli incontri con le autorità e i responsabili culturali locali.
Particolarmente rilevante è stata, nel corso della tournée, la partecipazione alle celebrazioni per il 140° di fondazione della città di Avellaneda alle quali il gruppo era stato ufficialmente invitato già nel maggio dello scorso anno.
Nata nel 1879 dall’opera di 100 famiglie friulane, la città, che si trova nella provincia di Santa Fé, mantiene solidi legami con la Regione Friuli Venezia Giulia e con l’isontino in particolare.
All’atto ufficiale, tenutosi nell’Auditorium Municipale alla presenza dei rappresentanti  istituzionali, del console italiano a Rosario e di una nutrita delegazione friulana guidata dal presidente del consiglio regionale Piero Mauro Zanin e dal presidente dell’Ente Friuli nel Mondo Adriano Luci, i Freevoices hanno avuto l’onore e l’onere di tenere il concerto celebrativo salutato, alla fine, da grandi applausi e tutto il pubblico in piedi.
Sempre ad Avellaneda, domenica 20 gennaio, i Freevoices si sono esibiti anche nel centro cittadino alle presenza di oltre 20.000 persone anche qui registrando grandissimi e calorosi consensi.
Dei trenta giovani che compongono il complesso vocale friulano, il pubblico argentino ha dimostrato di apprezzare non solo la freschezza del repertorio, ma tutta la carica interpretativa e coreografica che accompagna ogni loro esibizione.
Molto apprezzata, in particolare, nel programma articolato su motivi prima friulani poi italiani e infine internazionali, l’interpretazione di "Solo le pido a Dios" la canzone di Leon Gieco che, in Argentina, è quasi un inno nazionale.
La tournée si è conclusa a Buenos Aires, martedì 22 gennaio, con il concerto nella sede della Società Friulana della capitale.
Ampia è stata la copertura mediatica e social per tutta la trasferta con interviste radiofoniche e televisive e una significativa eco sulla stampa locale.
Alla tournee argentina hanno contribuito la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, il Comune di Capriva, l’Ente Friuli nel Mondo, l’Associazione Giuliani nel Mondo, la Cassa Rurale del Friuli Venezia Giulia, la Banca di credito cooperativo di Staranzano e Villesse e la DM legnami di Capriva del Friuli.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Sentirsi a casa... dall’altra parte del mondo!
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.