Musica, Sport & Spettacoli
stampa

"Residenze": gli artisti entrano nei territori

Terzo triennio per il progetto che vede affiancati Artisti Associati, CSS e La Contrada. Saranno 10 i progetti sull’isontino

Parole chiave: Residenze artistiche (2), Artisti Assocaiti (1)
"Residenze": gli artisti entrano nei territori

Una progettualità che garantisce continuità ad un’iniziativa che è diventata ormai un’opportunità fondamentale e stimolante per gli artisti e per il nostro territorio.
Questo uno dei punti di maggior rilievo per il nuovo triennio delle Residenze per Artisti nei Territori, progetto che punta a mettere in contatto diretto artisti, luoghi e comunità e che vede confermati i tre soggetti già titolari per la nostra Regione: il CSS Teatro Stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, Artisti Associati e La Contrada Teatro Stabile di Trieste.
"Il nostro territorio e la nostra Regione si distinguono nell’ambito della produzione culturale - ha commentato Alberto Bevilacqua, presidente del CSS - e trova nel progetto delle Residenze un punto importante, anche rispetto alle dinamiche e le novità che le stesse sono in grado di mettere in campo".
Accanto a lui anche Livia Amabilino, direttrice artistica de La Contrada, la quale ha sottolineato come le Residenze per Artisti nei Territori abbiano dato la possibilità, nel corso del periodo pandemico, a numerosi artisti di poter continuare a lavorare in un momento in cui il mondo dello spettacolo dal vivo era fermo.
"Dopo quattro anni di scoperta e sperimentazione di metodologie, sia per gli artisti ospiti che per noi operatori, si apre una fase di crescita - ha spiegato quindi Walter Mramor, presidente e direttore artistico di ArtistiAssociati -.
Nel 2018 abbiamo affrontato questo nuovo progetto con curiosità, entusiasmo, audacia. Continuiamo a farlo adesso con in più una maggior consapevolezza del valore del nostro lavoro. Abbiamo imparato sul campo quanto il tempo dedicato alla ricerca sia tempo prezioso e necessario nel percorso creativo degli artisti, quanto sia in grado di incidere nel risultato finale di quel percorso.
Ora siamo chiamati ad un compito nuovo. Mettere questa conoscenza al servizio di una progettualità più ampia, arricchire il panorama culturale di un territorio che si prepara ad ospitare la Capitale Europea della Cultura nel 2025. Con "Artefici - ResidenzeCreativeFVG" siamo pronti a giocare il nostro ruolo".
Saranno quindi 37 gli artisti che calcheranno i palcoscenici goriziani nel corso del 2022, selezionati attraverso la call pubblica (per la prima volta tradotta anche in inglese, per favorire la partecipazione delle compagnie da oltre confine), la scelta diretta, lo scouting e l’invito alla candidatura.
I luoghi della residenza "Artefici", Gradisca, Cormons e Gorizia, si arricchiscono quest’anno grazie alla collaborazione con SNG di Nova Gorica, che mette a disposizione i propri spazi per ospitare uno dei progetti selezionati dalla commissione.
Gli Artefici 2022 che animeranno l’isontino saranno quindi "Several love’s requests di Pietro Angelini, "Sympósion" con la Compagnia Bellanda, "Come un angelo in tutto questo bordello" di Jacopo Bottani, "Walter" di Laura Gazzani, "Interludio" con la Compagnia I Gordi, "Lena" di Claudio Larena, "Le blatte" di Carlo Massari, "Credenze" di Guillermo Pisani e "Il momento del c****" di Nicoletta Robello.
A queste si aggiunge anche "Tesla", residenza di Ksenija Martinovic e Federico Bellini, uno speciale progetto "di attraversamento" che farà tappa in tutte e tre le residenze: udinese, goriziana e triestina.
"Uno dei meriti di questo progetto culturale è quello di proporre un’offerta corale, con l’auspicio che questo esempio venga ripreso anche in altri ambiti perché lavorando in forma associata alla fine ci guadagnano tutti, in primo luogo il pubblico", ha commentato l’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, la quale ha ribadito l’importanza per tutta la regione dell’appuntamento con la Capitale Europea della Cultura 2025, auspicando che la prevista programmazione a copertura di tutti i 365 giorni dell’anno "faccia germogliare il desiderio di consumare cultura in tutte le sue sfaccettature, seguendo una filosofia di principio in base alla quale l’arte in ogni sua manifestazione deve avere la capacità di aprire la mente del pubblico".
I programmi completi delle Residenze Artistiche 2022 sono disponibili per Artisti Associati all’indirizzo www.artistiassociatigorizia.it, per La Contrada - che presenta le Residenze "Vettori" - su www.contrada.it e per il CSS, con le sue Residenze "Dialoghi", al sito www.cssudine.it.

© Voce Isontina 2022 - Riproduzione riservata
"Residenze": gli artisti entrano nei territori
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.