Musica, Sport & Spettacoli
stampa

Quando la disabilità non ferma la voglia di essere sportivi

L’organizzazione dei Campionati nazionali a Tarvisio affidata dalla Federazione italiana allo Sci Club 2 di Ronchi, sodalizio che può vantare un’esperienza quasi ventennale nelle gare di questo tipo

Dal 16 al 19 gennaio 2017 Tarvisio si trasformerà nella capitale dello sport invernale nel campo della disabilità relazionale con l’VII Campionato Italiano FISDR "European Open" di sci alpino e nordico, la cui organizzazione è stata affidata dalla stessa Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale allo Sci Club Due di Ronchi dei Legionari. All’interno della manifestazione sono previste gare di fondo e staffetta, di slalom gigante, speciale e super gigante, che prevedono la partecipazione di oltre un centinaio di atleti, mentre si prevede saranno presenti in numero ancora maggiore i supporters, ovvero genitori e amici degli atleti, che per quattro giorni riempiranno di entusiasmo e sportività la vallata.
Un’esperienza quasi ventennale nel campo dell’organizzazione di gare e della promozione di iniziative e attività legate allo sci per disabili quella dello Sci Club Due che, come ha ricordato il presidente Adriano Orsi, "è resa possibile grazie ai tanti volontari, da sempre molto sensibili alle tematiche e problematiche sociali".
"Lo Sci Club Due è antesignano nell’impegno dello sport verso la disabilità - ha aggiunto Mario Brancati, presidente della Consulta regionale per le Associazioni dei disabili - e il fatto di coinvolgere nei campionati la disabilità intellettiva e relazionale è una svolta"; pensiero questo ripreso anche da Gianluigi Chiozza, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, tra i sostenitori della manifestazione sportiva, il quale ha rimarcato come spesso, purtroppo, si guardi di meno alle disabilità intellettive in campionati ed eventi di questo tipo, motivo per cui l’European Open di Tarvisio assume ancora più significato, andando a valorizzare questi atleti.
Da parte dei Comuni di Gorizia e di Ronchi dei Legionari, rappresentati dal consigliere Giuseppe Ciotta e dall’assessore Marta Bonessi, è stato espresso un ringraziamento allo Sci Club Due per l’organizzazione di questa manifestazione; come sottolineato da Bonessi, il fatto che l’associazione sia stata scelta dalla Fisdr "è la conferma del valore di quest’eccellenza sportiva, che da tempo rimarca come lo sport aiuti ad abbattere tutte le barriere fisiche e relazionali". Grande soddisfazione anche dalla Regione, rappresentata dall’assessore Sara Vito, che ha sottolineato come il Campionato sia innanzitutto un’occasione per i disabili per mettersi in luce nelle loro abilità, ma è certamente anche un’occasione in termini di promozione turistica per tutto il territorio.
Accanto alle gare il comitato organizzatore dei campionati ha realizzato anche una serie di eventi collaterali: oltre alla conferenza sul tema del "Dopo di noi", che ha visto la presenza dell’onorevole Giorgio Brandolin, presidente del CONI del Friuli Venezia Giulia, anche la mostra "La forza della mente", personale dell’artista non vedente Sergio Cechet, che rimarrà visitabile presso il Circolo Acli "Beato Giuseppe Toniolo" di Ronchi fino al 29 gennaio, il lunedì dalle 15:30 alle 21, da martedì a venerdì dalle 9 alle 21, i festivi dalle 9 alle 13.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Quando la disabilità non ferma la voglia di essere sportivi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.