Musica, Sport & Spettacoli
stampa

Il Requiem di Mozart fra le volte della basilica

Appuntamento sabato 28 con l’orchestra e coro "Shippers"

Parole chiave: Requiem (2), Orchestra Shippers (1), Mozart (2), Basilica di Aquileia (14)
Il Requiem di Mozart fra le volte della basilica

Nella suggestiva cornice della basilica di Aquileia, sarà eseguito, sabato 28 settembre con inizio alle ore 20.30, il Requiem in re minore KV626 per soli coro e orchestra capolavoro assoluto dell’arte musicale di W.A. Mozart.
L’evento, che si avvale del sostegno finanziario della Regione Friuli Venezia Giulia, rientra negli appuntamenti del Festival Schippers 2019 e fa parte delle manifestazioni organizzate nell’ambito del 54°  Incontro Culturale Mitteleuropeo sul tema "Aquileia Mater Crocevia per l’Europa e il Mediterraneo". Ne saranno interpreti l’orchestra e il coro Thomas Schippers diretti dal M.o Carlo Grandi con i soli Mara Corazza (soprano) Michaela Magoga (contralto) Christian Miola (tenore) e Eugenio Leggiadri Gallani (basso). Maestro del Coro Manuela Marussi.
Fondata e diretta dal M.o Carlo Grandi, l’’orchestra Thomas Schippers opera all’interno dell’omonima associazione ed ha sostenuto importanti concerti sia in Italia che all’estero tra i quali, di spicco, la partecipazione, lo scorso anno, al Mantova Chamber Music Festival dove ha avuto l’onore di esibirsi con un concerto tenuto al Teatro Bibiena, accanto ai nomi più illustri del panorama musicale internazionale.
Il coro Thomas Schippers, diretto da Manuela Marussi, è una formazione di recente costituzione sorta all’interno delle attività musicali promosse dall’Associazione Culturale InCanto di Capriva del Friuli.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Il Requiem di Mozart fra le volte della basilica
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.