Musica, Sport & Spettacoli
stampa

Oltre trecento persone presenti alla serata proposta nella parrocchiale di Ruda

Dalla musica classica al pop nel programma del "Polifonico"

Grande successo per il concerto di Fine anno del coro Polifonico ritornato, dopo cinque anni, nella parrocchiale di santo Stefano, nell’occasione colma in ogni ordine di posto.

Parole chiave: Polifonico (4), coro (52), concerto (54)

Il coro di Fabiana Noro richiama ormai un pubblico eterogeneo e anche a Ruda sono giunti appassionati da Udine, Trieste, Gorizia e del Pordenonese a conferma della ’regionalità’ del complesso. E’ stata una serata dedicata al canto sacro - come ha ricordato in apertura don Pier Facchinbetti - ma che poi ha spaziato fino alla musica leggera di qualità con Lucio Dalla e Bruno Lauzi.
Insomma una serata all’insegna della buona musica e anche dell’allegria che di questi tempi latita un po’ ovunque. Il coro ha dimostrato ancora una volta la sua professionalità con brani difficili. spesso a cinque o sei voci, che hanno messo a dura prova i componenti.
Sono risultati particolarmente toccanti i brani della liturgia ortodossa, quelli della tradizione occidentale e contemporanea, mentre con "Stady Light" il coro ha voluto salutare Marco Sofianopulo recentemente scomparso.
Il clou dle concerto sono stati però Caruso, di Lucio Dalla, e Solo tu nell’universo, di Bruno Lauzi, adattati per coro e quartetto d’archi da Valter Sivilotti.
Alla fine diversi i bis e i saluti del presidente della Bcc di Staranzano e Villesse che ha reso possibile il concerto e del sindaco di Ruda, Mian, che ha premiato Michele Rot per i suoi 20 anni nel Polifonico di Ruda.

Dalla musica classica al pop nel programma del "Polifonico"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.