Musica, Sport & Spettacoli
stampa

Buon compleanno Puppet Festival!

La rassegna raggiunge le 30 edizioni. In programma dal 23 agosto al 4 settembre toccherà Grado, Aquileia, Gorizia e Nova Gorica

Parole chiave: Puppet Festival (1)
Buon compleanno Puppet Festival!

Sarà un 30esimo compleanno "europeo" quello che l’Alpe Adria Puppet Festival festeggerà fra Grado, Aquileia, Gorizia e Nova Gorica dal 23 agosto al 4 settembre.
Organizzato dal CTA - Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia, è uno dei Festival transfrontalieri più longevi, quest’anno arricchito da una sezione del progetto europeo triennale "Puppet & Design", finanziato dal programma Creative Europe Culture, che vede il CTA come lead partner assieme a Lutkvno Gledališ?e Ljubljana, Studio Damuza di Praha e IED - Istituto Europeo di Design di Madrid. Negli anni il Puppet Festival è stato per il pubblico occasione per imparare a riconoscere e apprezzare le differenze e le similarità fra territori, linguaggi e tecniche teatrali, un festival che entra nel cuore delle città in cui fa tappa, toccando i loro centri storici e intersecandosi con le attività del territorio goriziano e sloveno, caratteristica che ben lo colloca nella prospettiva di Nova Gorica - Gorizia, città della Cultura 2025.
L’Alpe Adria Puppet Festival da sempre propone un programma diversificato, rivolto a tutte le fasce d’età e a tutti coloro che amano il teatro di figura in tutte le sue declinazioni, sia tradizionali che innovative e sperimentali. Quest’anno la tradizione sarà rispettata con produzioni molto stimolanti, scelte fra le più promettenti del panorama europeo.
Saranno 3 i debutti assoluti e ben 5 le prime nazionali provenienti da Slovenia, Austria, Spagna: "Attention moose! (Attenzione alce!)" del Teatro sloveno Matita - a Grado il 24 agosto ore 21 - è una storia sulla relazione tra animali e umani raccontata da un alce che guida gli spettatori in vari episodi; sempre a Grado, il 25 agosto alle 18.30 "Ein kleiner Clown will hoch hinaus (Un piccolo pagliaccio punta in alto") di Peter Ketturkat dall’Austria farà rivivere la magia del circo fra acrobazie e volteggi, attraverso attori in lamiera, sughero, filo metallico, legno, stoffa, perle e vetro; "Retrete Cabarete" con la compagnia spagnola El Retrete de Dorian Gray (a Grado il 26 agosto alle 21) proporrà un turbinio di azioni, danze, oggetti, musiche e, sempre dalla Spagna, David Espinosa con "A universal story" - a Gorizia il 3 settembre alle 20.30 -, spettacolo creato da un sapiente bilanciamento tra forma, luce e suono. Ci sarà anche, a Gorizia il 1° settembre alle 17.30, un originalissimo "Pinocchio" del Lutkovno Gledališ?e di Maribor con la regia di Matteo Spiazzi, regista italiano vincitore di numerosi premi internazionali, che torna in patria per far conoscere uno dei suoi lavori più straordinari, realizzato con burattini, alcuni dei quali originali prodotti da Anton Jezovšek, uno dei più rinomati creatori di marionette sloveni.
In prima nazionale e firmata da CTA, "Scarpe", a Grado il 26 agosto alle 18.30, spettacolo che raccoglie alcune storie yiddish ironiche e divertenti, con protagoniste proprio le scarpe. Il CTA sarà presente al Festival anche con la produzione "C’era una volta Lele", ad Aquileia il 28 agosto alle 17.30.
Fra gli arrivi internazionali per la sezione "Puppet&Design, dalla Francia la compagnia Flop del maestro indiscusso della luce, Philippe Lefebvre, con la performance senza parole "Dal vivo!", accolta con grande entusiasmo in numerosi Paesi europei, a Gorizia il 4 settembre alle 18.30 e alle 20.30.
Fra i numerosi ospiti spicca Paolo Papparotto con "La casa stregata", spettacolo che 30 anni fa inaugurò la prima edizione del Puppet Festival, in programma il 25 agosto a Grado alle ore 21.
In questa 30^ edizione saranno poi diverse le iniziative collaterali che coinvolgeranno pubblico e tessuto urbano, come quella realizzata con la collaborazione dell’Associazione Via Rastello, che vedrà la via goriziana coinvolta in un "Museo diffuso" che esporrà oggetti e materiali di scena, annotazioni, riflessioni e pensieri sparsi in 30 edizioni del Festival. Con una mappa di percorsi interattivi il museo permetterà ai visitatori di vivere un’esperienza attiva e partecipata.
Le giornate goriziane saranno occasione infine per presentare "Circus", il lavoro della 2^ residenza creativa del "Puppet&Design", e verrà dato spazio ad alcuni incontri di approfondimento tra i quali una conversazione a più voci sul teatro d’oggetti contemporaneo e un meeting fra i partner del progetto "Puppet &Design", che vedrà la partecipazione di esperti, studiosi e artisti dei due ambiti.
Per il programma dettagliato e la lista completa di tutti i numerosissimi eventi, incontri e laboratori in programma, vi invitiamo a visitare il sito www.ctagorizia.it.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Buon compleanno Puppet Festival!
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.