Editoriali
stampa

Grazie, consacrati!

Mancano ormai pochi mesi alla conclusione, il 2 febbraio 2016, dell’anno che papa Francesco ha voluto dedicare alla riflessione e alla "riscoperta", per tanti, del valore e della bellezza della Vita Consacrata.
Un anno che ha visto celebrazioni ed eventi culturali significativi a tutti i livelli.

Papa Francesco, nella Lettera apostolica con cui ha annunciato l’indizione di questo Anno particolare, ha invitato i consacrati ad essere "donne e uomini di comunione, rendendosi presenti con coraggio là dove vi sono differenze e tensioni, e siatedivenendo segno credibile della presenza dello Spirito che infonde nei cuori la passione perché tutti siano una sola cosa".
Anche i religiosi e religiose che vivono nella Chiesa di Gorizia hanno partecipato ad alcune proposte significative.
Una per tutte: il Convegno Triveneto, che lo scorso 2 giugno ha visto nella chiesa del Sacro Cuore a Gorizia la presenza di oltre seicento religiosi e religiose attenti alla parola di monsignor Josè Rodriguez Carballo, Segretario della Congregazione vaticana per gli Istituti di Vita Consacrata e, nel pomeriggio, si sono recati in preghiera nella Basilica di Aquileia con il Vescovo Moraglia, Patriarca di Venezia, e altri vescovi della Regione ecclesiastica del Triveneto.
È stato un momento di intensa partecipazione alla vita della Chiesa e di incoraggiamento nel vedere la chiesa del Sacro Cuore gremita. Si è trattato davvero di una bella giornata.
Ora ci prepariamo ad un altro avvenimento carico di significato.
Per il 26 settembre l’Arcivescovo Carlo ha voluto invitare presso la parrocchia di Maria SS. Regina di via Montesanto a Gorizia tutti i religiosi e le religiose originari della nostra Diocesi. Sono oltre 60 i consacrati convocati, sparsi in varie Diocesi d’Italia e molti attivi e impegnati in Chiese missionarie nei vari continenti.
L’Arcivescovo (che alle 18 presiederà l’Eucarestia a cui sono invitati anche tutti i fedeli delle nostre parrocchie, specie quelli delle comunità originarie di questi fratelli consacrati) intende ringraziare questi fratelli e sorelle per la testimonianza di fede e di servizio offerta a tutti.
Ma con l’Arcivescovo è tutta la Chiesa di Gorizia, che ringrazia e loda Dio per il bene che, partendo "da questa terra benedetta, culla e madre della fede e della vita in Cristo" si è diffuso in tante direzioni.
* Vicario episcopale per la vita consacrata

Grazie, consacrati!
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.