Editoriali

Senza la capacità di essere presenti a chi soffre non si può realizzare nessuna forma di autentico ed efficace sostegno.

"Dobbiamo avere la capacità di rendere i giovani protagonisti di Go2025"

"Ascoltare il territorio e raccontare, settimana dopo settimana, quanto le comunità vivono diviene importante se la narrazione parte dal cuore"

"La "settimana di preghiera per l’unità dei cristiani"vuole essere un’occasione per dedicare del tempo di preghiera in cui riconoscere che le divisioni tra le nostre chiese e confessioni non possono essere distinte dalle divisioni presenti nella più ampia famiglia umana"

"Celebrare un anniversario non significa solo ricordare quello che è stato e chi lo ha compiuto - quasi con un senso di nostalgica lontananza - si tratta piuttosto di rendere lode in primo luogo a Dio per i frutti di Grazia che da questa azione missionaria sono nati e che ancora potranno nascere per i prossimi cinquant’anni"

Ad Aquileia, Benedetto XVI giunse il 7 maggio 2011 per incontrare i delegati delle Chiese del Nord che l’anno seguente avrebbero partecipato al Convegno ecclesiale triveneto di Grado.

Perché le lacrime mentre si avvicina Natale, giorno che parla di gioia, di pace, di fraternità?

"Il presepe è di quelli tradizionali, posto sotto un grande albero di Natale: probabilmente è stato realizzato nel salotto di casa perché mi pare di intravvedere un divano ed una serie di riflessi suggeriscono che abbia alle spalle una finestra..."

Pur senza macchia e quindi con lo sguardo sempre rivolto all’Altissimo, Mirjam di Nazareth ha subito le scosse di disavventure e di dolori, senza per questo cadere nella disperazione, nel rifiuto della volontà di Dio.

Nei prossimi mesi verranno presentate alcune novità

Il tema delle migrazioni è tornato al centro del dibattito politico-mediatico e purtroppo non si tratta di un sussulto di consapevolezza del ceto politico nei confronti di una delle grandi questioni epocali del pianeta.

Veglia transfrontaliera dei giovani sabato 19 novembre tra Gorizia e Nova Gorica con partenza da piazza Transalpina

Secondo Daniele Novara, "Il merito non è un concetto pedagogico… ancora oggi dobbiamo farci forti di Lettera a una professoressa dove si dice che ’non si può fare parti uguali fra disuguali’. La scuola del merito dovrebbe considerare i punti di partenza e valutare gli alunni sulla base delle loro effettive condizioni di partenza".

Indubbiamente un complito non semplice attende il suo Governo, il primo finalmente guidato in Italia da una donna.

"Nonostante avesse mantenuto un riserbo assoluto sui contenuti del discorso previsto per l’avvio della Diciannovesima Legislatura, c’era attesa per le sue parole. Perché Liliana Segre é una delle ultime sopravvissute ai campi di sterminio.
Dopo un silenzio durato oltre 50 anni, carico di intimo dolore e di rifiuto del ricordo pubblico, dal 1990 per sofferta e convinta scelta personale è una testimone della Shoah, di cui trasmette a tutti, ma sopratutto a studenti ed insegnanti, la memoria senza perdono,ma priva di sentimenti di odio o di vendetta"

"Non possiamo definirlo così soltanto perché punto di riferimento al viaggiatore che si avvicina alla Città di Gorizia, ma faro perché indica ed insegna una strada. Anzi, un’autostrada - con una corsia preferenziale"

"Abbiamo bisogno di una comunità cristiana che sia accogliente, amichevole e che sappia comunicare speranza… e non solo come strategia di marketing o come captatio benevolentiae, ma come parte del suo stesso contenuto, come espressione della sua esperienza spirituale"

"La coalizione vincente può contare nei due rami del Parlamento su una maggioranza di tutto rispetto. Numeri che le possono permettere di assicurare al Paese quel periodo di "tranquillità politica" di cui ha assoluto bisogno per costruire un futuro non di lacrime e sangue ma di speranza ai propri cittadini"

Prima di tutto ricordiamo che stiamo vivendo in un tempo in cui dobbiamo pregare per la pace. Pace per il mondo e nel cuore di ciascuno.

"Il volontario prima che rispondere ad un’esigenza propria (quella di realizzare sé stesso) risponde al bisogno concreto di qualcuno"

Lezioni in presenza e senza mascherine, tranne che per i soggetti fragili, come risulta dalle Indicazioni del Ministero finalizzate a: "Garantire la frequenza scolastica in presenza; Prevedere il minimo impatto delle misure di mitigazione sulle attività scolastiche".
Finalmente un ritorno alla normalità pre-Covid?

In occasione della Beatificazione di Albino Luciani, papa con il nome di Giovanni Paolo I, questo intervento del Patriarca - successore del nuovo beato sulla cattedra di san Marco - esce in contemporanea su tutti i settimanali diocesani del Triveneto

La società civile, o società reale, sceglie di scendere in campo, di reagire alle crisi e alle delusioni con scelte, metodi e linguaggi diversi da quelli che stanno caratterizzando il confronto in campagna elettorale.

"Il sommaco colorerà nuovamente prima di giallo e poi di rosso le doline mentre frassino, carpino e pino nero innalzeranno i loro rami verso il cielo"

In Friuli Venezia Giulia infatti - secondo i dati presentati in questi giorni - siamo di fronte a una crisi idrica che nessuna persona in vita ha mai visto: da quando vengono fatti i rilevamenti (dopo il 1905) non si è mai verificata una situazione così grave.

"Il solo fatto che si sia discusso della possibilità di una crisi di governo lascia a bocca aperta"

La grave situazione che si è accesa in questi mesi in Ucraina, accompagnata dalle parole di Papa Francesco in favore della pace rendono quanto mai profetiche ed essenziali le opere e le parole di La Pira

"Una settimana importante nella quale Fede e tradizione si mescolano per ricordarci chi siamo e per chiederci  di attualizzare, oggi, la nostra Fede perché "senza memoria non c’è futuro",  specialmente nella dimensione religiosa"