Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

L'attualità dell'opera ecclesiale e sociale di san Giovanni Bosco

In una delle scorse domeniche, anche la parrocchia di Maria Madre della Chiesa di Ronchi dei Legionari ha ricordato le opere di don Bosco.

Parole chiave: san Giovanni Bosco (2)

Il parroco Don Umberto, ha celebrato la messa delle 10.30, mettendo in evidenza la figura del parroco piemontese come educatore e sindacalista.
Don Bosco, nato a Castelnuovo d’Asti, (oggi Castelnuovo Don Bosco) nel 1815, è considerato il protettore dei giovani e fu il primo infatti ad istituire le scuole superiori professionali per insegnare ai ragazzi i mestieri artigianali quali quello di falegname, muratore e sarto al fine di trovare un posto nel mondo del lavoro. Don Bosco fu anche sindacalista, infatti si occupò di far rispettare i diritti sul lavoro dei giovani, spesso sfruttati e sottopagati. Il sacerdote torinese inoltre cercò di aiutare anche i ragazzi in carcere, molte volte arrestati perché rubavano per cercare di sopravvivere.
Alla fine della messa celebrata nella parrocchia ronchese, si è tenuto un pranzo, al quale sono state invitate a partecipare tutte le famiglie, al fine di commemorare le gesta di don Bosco. La comunità di Maria Madre è infatti molto legata alla figura di questo parroco e l’oratorio della chiesa porta il suo nome. Anche Don Umberto ha avuto una formazione salesiana, congregazione fondata da Don Bosco assieme a quella delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

L'attualità dell'opera ecclesiale e sociale di san Giovanni Bosco
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.