Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

Fantasia e creatività per una tradizione sempre nuova

Oltre una ventina i partecipanti al concorso promosso dal circolo culturale "don Brandl" e dalla locale Banca di Credito cooperativo

Parole chiave: Circolo Brandl (44), presepio (20), concorso (33)

Si è concluso domenica 8 gennaio, con la cerimonia di premiazione, il Concorso presepi Natale 2016 promosso dal Circolo culturale e ricreativo don Eugenio Brandl di Turriaco e dalla Banca di credito cooperativo.
Oltre una ventina i partecipanti per un’iniziativa che coinvolge adulti e bambini stimolando in loro il desiderio di arricchire il tradizionale presepe con fantasia e creatività al fine di proporre delle realizzazioni uniche e affascinanti.
A introdurre la serata sono stati i bambini del coro Le Cicale dell’Istituto Comprensivo di San Canzian d’Isonzo diretti dalla maestra Marta Furlan e accompagnati dalla professoressa Licia Gruden.
Accanto al Concorso presepi da 12 anni si è affiancata un’ulteriore sezione dedicata ai commercianti del paese, il "Presepe in vetrina": in essa ogni commerciante del centro è invitato a realizzare un presepe che, possibilmente in tema con il negozio stesso, viene valutato da una giuria apposita. Quest’anno, oltre alla giuria dedicata a quest’iniziativa, il Circolo Brandl ha predisposto una pagina su Facebook in cui si trovavano tutte le foto dei presepi in vetrina che sono state votate dal popolo del social network.
A vincere il riconoscimento Social, con 15 voti registrati alla data del 5 gennaio, è stato il negozio Stilo Abbigliamento di Cinzia Spessot; la sorte ha voluto che al medesimo esercizio sia andato anche il premio assoluto Presepe in Vetrina su segnalazione della giuria (che aveva già deliberato in data 30 dicembre 2016). L’iniziativa del riconoscimento Social è stata una novità volta a rinnovare un’iniziativa che ormai da molti anni si dedica al territorio. Segnalati dalla Giuria anche i presepi del Bar Adriatica di piazza Libertà e dell’Erboristeria Il sorriso del sole.
Per quel che riguarda i bambini, dato l’esiguo numero di partecipanti, la giuria ha deciso di assegnare a tutti il premio bambini senza creare una gerarchia: premiati, quindi, Alessandro Trevisan con un presepe tradizionale, Elisa e Davide Cecchini con un presepe coloratissimo ricavato da cartoni di pizza, Francesco e Chiara Bergamasco con un presepe realizzato con i sassi dell’Isonzo e Gloria e Manuel Parisi con un presepe realizzato su un palloncino rivestito e decorato con tempere.
Per quel che riguarda i gruppi segnalate le scuole primaria e dell’infanzia di Turriaco, i Gruppi del Catechismo di Turriaco, il Centro Estivo di Begliano e il Gruppo Costumi Tradizionali Bisiachi.
Per gli adulti due le segnalazioni che si sono concentrate su elaborati ben curati anche nelle piccole dimensioni e i riconoscimenti sono andati a Dominique Tonelli con il piccolo Massimiliano di San Canzian d’Isonzo e a Tiziano Bergamasco di Turriaco. Terzo posto per la famiglia Merluzzi di Fiumicello e secondo piazzamento per il signor Livio Moro sempre di Fiumicello entrambi proponenti due realizzazioni molto ampie e curate nei particolari.
Una menzione speciale è stata conferita alla famiglia Dessenibus di Ronchi dei Legionari che, con una rilettura del messaggio legato al vangelo di Luca, ha attualizzato il ruolo dei pastori nell’annunzio di Gesù facendoli rivivere nei partecipanti alla Marcia della Pace che ogni anno si svolge tra Perugia ed Assisi. Il primo posto è rimasto quest’anno a Turriaco e se lo sono aggiudicati Denis Bellotto, Diego Milloch e Giuseppe Zuppet con la signora Nerina: hanno realizzato un presepe di ampie dimensioni, molto curato in ogni singolo particolare riprodotto in scala e rappresentante una realtà tipica della Terra Bisiaca.
Presenti il parroco don Enzo Fabrissin, il consigliere comunale Marco Bearzi e il presidente del Credito cooperativo Roberto Tonca si sono tutti complimentati con i presenti e soprattutto con i protagonisti delle realizzazioni auspicando che la tradizione del presepe si diffonda soprattutto tra le nuove generazioni.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Fantasia e creatività per una tradizione sempre nuova
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.