Gorizia
stampa

L’eredità di Dante alla Biblioteca del Seminario

Prosegue il programma "L’eredità di Dante" che il Club per l’UNESCO di Gorizia ha dedicato a Dante Alighieri ed alla sua poesia

Parole chiave: Dante Alighieri (2), Club per l’UNESCO (1)
L’eredità di Dante alla Biblioteca del Seminario

Grazie alla mediazione dell’Inner wheel di Foligno, il Comitato di Coordinamento per lo Studio e la Promozione della Prima Edizione della Divina Commedia (Foligno 1472), accettando l’intero progetto presentato dal Club per l’UNESCO di Gorizia, ha donato una copia anastatica della "editio princeps" della Divina Commedia, uscita a Foligno, in data 11 aprile 1472, dai torchi della tipografia Orfini Numeister.
La serie di eventi organizzati dal Club ed iniziati il 13 aprile, intervallati con una mostra itinerante del poema, continua presso la Biblioteca Pubblica del Seminario Teologico Centrale di Gorizia, grazie alla sensibilità e disponibilità della Direzione.
La copia del celebre incunabolo sarà a disposizione del pubblico nella prima decade di agosto e nelle prime due settimane di settembre, rispettando gli orari di apertura della biblioteca (tutti i giorni dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 19; sabato dalle 9 alle 12.30).
Saranno inoltre esposti libri e documenti sulla Divina Commedia e il suo autore e sarà contestualmente possibile ammirare copia della Divina Commedia in scrittura micro-calligrafica, compilata dal tipografo goriziano G. Cossovel nel 1888; inoltre è previsto tra il 2 e il 14 settembre un incontro tematico riferito all’opera del Sommo Poeta.
L’intero progetto, realizzato in  coordinamento con la Prefettura ed il Comune di Gorizia, con la collaborazione con  la Società Dante Alighieri Comitato di Gorizia e l’Associazione Amici di Castelnuovo di Sagrado d’Isonzo e con Il contributo della Cassa Rurale Friuli Venezia Giulia ed il Comune di Gorizia, culminerà in ottobre con la definitiva consegna, da parte del presidente del Club Adriano Vladimiro Chinni, dell’opera al dott. Marco Menato direttore della Biblioteca Statale Isontina, affinché possa costituire un patrimonio di pubblica fruibilità.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
L’eredità di Dante alla Biblioteca del Seminario
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.