Gorizia
stampa

Donatori: un’unica, grande associazione

Protocollo d’intesa fra l’Associazione di Gorizia e Monfalcone per dare vita entro breve tempo all’Advs Fidas Isontina

Parole chiave: sangue (8), ADVS (1), dono (16)

Si va formando un’unica grande famiglia per i donatori di sangue isontini. Grazie alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra le due attuali associazioni mandamentali - l’Associazione Donatori Volontari Sangue di Gorizia e quella di Monfalcone, presiedute rispettivamente da Feliciano Medeot e da Franco Devidè - è sempre più vicina la fusione in un’unica grande associazione, l’ADVS FIDAS Isontina.
"In Regione le associazioni dei donatori sono quasi tutte provinciali - ha sottolineato Franco Devidè -, era quindi quanto mai significativo fare sinergia unendosi, anche se poi l’attività continuerà a svolgersi capillarmente su tutto il territorio. Per quanto riguarda la donazione, oggi la medicina conosce una crescita costante e sta facendo passi da gigante, ma il dono del sangue continua ad essere un gesto fondamentale". "Costituendo un’associazione unica - ha aggiunto Feliciano Medeot- si avrà maggiore voce in capitolo su un argomento così importante. Si tratta di un discorso strategico nel quale dare un segno di unità e coesione ha un significato considerevole".
La nascente ADVS FIDAS Isontina raccoglierà sotto un unico sodalizio un movimento che, nell’isontino, gode di ottima salute: secondo i dati provenienti dalle donazioni effettuate nel 2015, sul territorio dono state effettuate 2.008 donazioni di sangue a Monfalcone e 3.917 a Gorizia, per il plasma rispettivamente 377 e 1.107, di altre aferesi 70 e 84, per un totale complessivo di 7.563 donazioni nell’isontino. Un dato questo in forte crescita, ben il 3,6% in più rispetto al 2014. Da non sottovalutare inoltre il "peso" che l’isontino esercita a livello Regionale con il dono del sangue: nel 2015 ha rappresentato ben l’8,62% delle donazioni totali in Friuli Venezia Giulia.
Con il protocollo d’intesa siglato negli scorsi giorni dai due presidenti si firma una "road map", un percorso con date e scadenze precise, oltre che obiettivi condivisi, tra i quali l’istituzione di un coordinamento provinciale giovanile FIDAS con lo scopo di promuovere la cultura della donazione tra le giovani generazioni, in particolar modo nelle scuole superiori della provincia di Gorizia, attraverso l’organizzazione di incontri e donazioni scolastiche tramite l’Unità Mobile di Raccolta e i Centri Trasfusionali.
Per arrivare alla fusione le due associazioni mandamentali hanno dato vita a un Gruppo di lavoro interassociativo che ha già provveduto alla stesura dello Statuto e dei regolamenti attuativi della futura Associazione Isontina.
Entro il 30 giugno verrà convocata un’Assemblea congiunta dei delegati che esaminerà la bozza per giungere, entro dicembre 2016 all’Assemblea costitutiva di ADVS FIDAS Isontina.
Nel frattempo Gorizia si appresta ad ospitare, dal 22 al 24 aprile, il 55° Congresso nazionale della Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue, che accoglierà - tra Grado e Gorizia - migliaia di persone dalle 72 associazioni federate, le quali prenderanno parte a numerosi momenti di incontro, dibattito e approfondimento e alla grande sfilata programmata nel giorno conclusivo.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Donatori: un’unica, grande associazione
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.