Gorizia

Anche quest’anno gli ospiti del Cisi di Gorizia sono stati ospiti della comunità di S. Rocco per un’agape fraterna nella terza domenica di Avvento. Nella foto Crobe, il gruppo con i cuochi ed il parroco al termine della giornata.

"A Voce Isontina che da 50 anni racconta la Gorizianità": questa la motivazione sulla targa che il sindaco Romoli, ha voluto consegnare al nostro settimanale nel corso di una semplice cerimonia svoltasi la scorsa settimana in municipio a Gorizia alla presenza del vescovo mons. Carlo e delle autorità civili e militari.

Gorizia si addobba a festa per tutto il mese di dicembre. Procedendo a grandi passi verso Natale e Capodanno, saranno tanti gli appuntamenti che scandiranno queste settimane di attesa tra mercatini, arte, musica e degustazioni, proposti dal Centro Commerciale "Le Nuove Vie", Comune e Confcommercio di Gorizia, con il supporto della Camera di Commercio, Fondazione Carigo e Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

S'inaugura venerdì 12, con inizio alle ore 18 alla Biblioteca statale isontina, nell’atrio dello scalone storico, il percorso installativo “Oltre il digitale” del pittore digitale Fabio Fonda.

I dati raccolti dalle associazioni SOS Rosa e Donne in Rete. Rinnovato il protocollo d’intesa per intraprendere azioni di sensibilizzazione sul fenomeno

Dallo scorso 1 luglio la goriziana Laura Fasiolo è membro del Senato d’Italia, diventando così - con Brandolin e Maran - il terzo senatore proveniente dal Friuli Venezia Giulia. L’abbiamo incontrata e con lei abbiamo parlato della situazione della nostra città, soprattutto per quanto riguarda il piano logistico, delle carceri - tema che, come confermato da lei, l’ha toccata molto da un punto di vista emotivo - e anche del futuro dell’agricoltura nazionale, essendo lei membro della Commissione Permanente per Agricoltura e Produzione Agroalimentare.

In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, la Provincia di Gorizia propone in collaborazione con i ristoratori locali delle "cene antispreco"

Può essere definito un vero successo il primo anno di attività del progetto “Orti condivisi, di sussistenza e solidali”, realizzato da un gruppo di volontari presso gli spazi messi a disposizione dai Salesiani all’Oratorio San Luigi, alla parrocchia dei Santi Vito e Modesto e di San Pio X.

Prosegue purtroppo la grande carenza occupazionale sul territorio provinciale e, tra coloro che ne fanno maggiormente le spese, sono proprio gli "under 35" a subire la situazione di sofferenza.