Gorizia

In presenza di un grosso vuoto lavorativo, specialmente per la fascia giovanile, progetti che favoriscono le possibilità di mettere in luce le proprie idee e capacità, sono accolti da tutto il territorio con grande entusiasmo.

È stato inaugurato domenica scorsa e dedicato alla memoria di Renato Madriz, il sentiero realizzato dal Centro per le tradizioni di San Rocco che collega l’omonimo borgo all’ex seminario: un intervento di ripristino che ha permesso di sistemare e riscoprire uno degli angoli più suggestivi della città.

La nuova Azienda Sanitaria è una nuova sfida organizzativa, con enormi possibilità di miglioramento ed accrescimento. L’obiettivo è di portare tutto verso livelli eccellenti, sviluppandoli al meglio". Queste le parole del dottor Giovanni Pilati, il nuovo direttore generale della neonata Azienda Sanitaria Bassa Friulana - Isontina nel corso della presentazione del team dirigenziale che lo affiancherà nei prossimi quattro anni. Accanto a lui il direttore amministrativo dottor Antonio Poggiana, il direttore sanitario dottoressa Laura Regattin e la nuova figura del coordinatore socio sanitario, il dottor Gianfranco Napolitano.

Il prossimo sabato 21 marzo alle 12, il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, e il Presidente della Repubblica slovena, Borut Pahor, sono stati invitati dalla Provincia di Gorizia e dalla Fundacija Poti miru Poso¤ja  a Gorizia per l’inaugurazione di Pot Miru - Via di Pace, un progetto di valorizzazione e promozione, culturale e turistica, dei percorsi della Grande Guerra.

Si intitola "L’esaltazione della materia" la mostra personale di Berardino Morelli che apre il 6 febbraio alle 18 nella Galleria d’Arte "Mario Di Iorio" della Biblioteca statale isontina.

Sarà presentato lunedì 2 febbraio alle 18 al Kulturni dom di Gorizia il "Dizionario degli autori di Trieste, dell’Isontino, dell’Istria e della Dalmazia" di Walter Chiereghin e Claudio H. Martelli, pubblicato dai tipi della Hammerle.

Anche quest’anno gli ospiti del Cisi di Gorizia sono stati ospiti della comunità di S. Rocco per un’agape fraterna nella terza domenica di Avvento. Nella foto Crobe, il gruppo con i cuochi ed il parroco al termine della giornata.

"A Voce Isontina che da 50 anni racconta la Gorizianità": questa la motivazione sulla targa che il sindaco Romoli, ha voluto consegnare al nostro settimanale nel corso di una semplice cerimonia svoltasi la scorsa settimana in municipio a Gorizia alla presenza del vescovo mons. Carlo e delle autorità civili e militari.

Gorizia si addobba a festa per tutto il mese di dicembre. Procedendo a grandi passi verso Natale e Capodanno, saranno tanti gli appuntamenti che scandiranno queste settimane di attesa tra mercatini, arte, musica e degustazioni, proposti dal Centro Commerciale "Le Nuove Vie", Comune e Confcommercio di Gorizia, con il supporto della Camera di Commercio, Fondazione Carigo e Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

S'inaugura venerdì 12, con inizio alle ore 18 alla Biblioteca statale isontina, nell’atrio dello scalone storico, il percorso installativo “Oltre il digitale” del pittore digitale Fabio Fonda.

I dati raccolti dalle associazioni SOS Rosa e Donne in Rete. Rinnovato il protocollo d’intesa per intraprendere azioni di sensibilizzazione sul fenomeno

Dallo scorso 1 luglio la goriziana Laura Fasiolo è membro del Senato d’Italia, diventando così - con Brandolin e Maran - il terzo senatore proveniente dal Friuli Venezia Giulia. L’abbiamo incontrata e con lei abbiamo parlato della situazione della nostra città, soprattutto per quanto riguarda il piano logistico, delle carceri - tema che, come confermato da lei, l’ha toccata molto da un punto di vista emotivo - e anche del futuro dell’agricoltura nazionale, essendo lei membro della Commissione Permanente per Agricoltura e Produzione Agroalimentare.

In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, la Provincia di Gorizia propone in collaborazione con i ristoratori locali delle "cene antispreco"

Può essere definito un vero successo il primo anno di attività del progetto “Orti condivisi, di sussistenza e solidali”, realizzato da un gruppo di volontari presso gli spazi messi a disposizione dai Salesiani all’Oratorio San Luigi, alla parrocchia dei Santi Vito e Modesto e di San Pio X.