Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

Un paese, due corali: la ricchezza di Brazzano

La Corale "San Giorgio" ed il "Piccolo coro don Furio Pasqualis"

Parole chiave: corale (5)
Un paese, due corali: la ricchezza di Brazzano

Brazzano, seppur una piccola frazione del comune di Cormòns, vanta la presenza di ben due gruppi corali parrocchiali: la Corale San Giorgio ed il Piccolo coro don Furio Pasqualis.
Domenica 2 giugno i due gruppi si son riuniti per animare insieme la Liturgia Eucaristica dell’Ascensione, presieduta da don Fausto Furlanut, ma anche per festeggiare due importanti anniversari.
Il primo riguarda la corale San Giorgio che vanta ormai ben trenta anni di attività. Aveva mosso i primi passi quando ancora era parroco il compianto Pré Guido Maghet.
Da allora continua ad animare le più importanti liturgie, non solo in quel di Brazzano, ma anche a Giassico e, in varie occasioni, anche a Cormòns, nel Santuario di Rosa Mistica.
Il secondo anniversario riguarda invece il piccolo Coro don Furio Pasqualis, che proprio dieci anni fa, con la scomparsa del compianto don Furio, venne a lui intitolato.
Don Furio, da buon musicista, aveva insistentemente voluto la formazione di un gruppetto corale di bambini e, due anni prima della sua scomparsa, si riuscì a formare un gruppetto di una decina di componenti, guidati con tanta passione da Aldo Lipone (che segue anche la corale San Giorgio), assieme a sua moglie signora Palmira, che da allora continuano nell’attività, coinvolgendo sempre più bambini.
Quest’anno per le due corali è stato un anno particolarmente proficuo. Il numero dei piccoli coristi ha raggiunto quota 24, un traguardo inaspettato per una piccola frazione.
I componenti del Coro "don Pasqualis" hanno un’età che va dai 3 ai 13 anni e, nel gruppo c’è ancora colei che dieci anni fa era considerata la mascotte, Kayla Maghet. La corale San Giorgio, invece, ha registrato l’arrivo di nuovi elementi, proprio tra i genitori dei bambini del coretto; ben cinque mamme e tre papà si sono infatti aggiunti al gruppo e questo rende i cori più uniti ed affiatati.
Certo mancano ancora soprattutto voci virili, in modo particolare Bassi, ma si spera nella Divina Provvidenza.
Dopo la Santa Messa la festa è proseguita con un pranzo conviviale a cui hanno partecipato anche i sacerdoti della comunità parrocchiale, le suore pastorelle che vivono a Brazzano e tutti i genitori dei bambini, per un arrivederci al prossimo anno con rinnovato entusiasmo.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Un paese, due corali: la ricchezza di Brazzano
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.