Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

Un’amatriciana per 500 persone

Il ricavato per i terremotati del centro Italia

Parole chiave: amatriciana (2), beneficienza (2), terremoto (21)

In 500 hanno partecipato la scorsa domenica all’iniziativa "Un’amatriciana per Amatrice", l’iniziativa di solidarietà promossa dall’Associazione Ric Cormons e che ha visto la collaborazione di alcune associazioni e gruppo cormonesi.  Sotto il tendone riscaldato non si è solo gustato il saporito piatto di amatriciana preparato dal Gruppo catering con materie prime acquistate a Norcia, ma in precedenza nella sala "Muhli" c’è stata grande partecipazione alla conferenza durante la quale sono state portate alcune esperienze vissute dai volontari nelle zone terremotate del Centro Italia. Sono intervenuti Emanuele Bianco per la Protezione civile ed Enrico De Martin per la Confraternita di Misericordia.
Ma non sono state raccontate le esperienze vissute dai nostri volontari con i terremotati, i loro dolori, le loro ansie, le loro paure le loro speranze per il futuro, ma Lorena ha voluto dedicare un po’ di spazio alla prevenzione spiegando i comportamenti utili da tenere durante il terremoto per limitare i danni in particolare per le persone. Gianna Urbancig del Ric Cormons ha spiegato che con i fondi raccolti sarà acquistato del materiale per un centro di aggregazione per ragazzi (una sorta di oratorio) nella zona di Norcia.
La raccolta viene fatta in collaborazione con il Gruppo comunale di Protezione civile, le sezioni Ana e Advs di Cormons, la Misericordia e la Protezione civile regionale, e i gruppi del Cormons 1 e Rompiscena.
E sempre in tema di solidarietà va registrato anche il gesto di Asia, Snana, Giada, Melissa ed Alessio che hanno costruito con le loro mani dei meravigliosi portachiavi che hanno venduto a offerta e il cui ricavato (400 euro) è stato destinato alla raccolta del Ric in favore delle popolazioni del terremoto.
Dopo l’esperienza dell’Amatriciana comunitaria, un evento straordinario ed eccezionale, il terzo appuntamento di Avvento (domenica prossima 11 dicembre) è ancora all’insegna della solidarietà. Viene infatti riproposta nella Comunità. come tradizione, la "Giornata della spesa" a favore della Caritas parrocchiale, che opera a favore delle famiglie più bisognose.
Nello scorso mese di novembre il Centro Caritas della parrocchia ha distribuito 81 borse della spesa per nuclei familiari da 1 a 8 per un totale di 254 persone. Tutti sono invitati a portare, secondo la propria disponibilità e il proprio cuore, generi alimentari che verranno distribuiti dai volontari direttamente alle famiglie "bisognose", senza ulteriori "passaggi".
La "Borsa della spesa" può contenere alimenti non deperibili, preferibilmente: latte a lunga conservazione, olio, zucchero, caffè, farina, pelati, cibi in scatola (tonno, legumi, carne). E, visto il periodo di feste, vanno sempre piacere panettoni, pandori, biscotti e anche qualche giocattolo.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Un’amatriciana per 500 persone
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.