Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

Cormons celebra la figura dell’imperatore di Massimiliano I

L’esposizione, curata dall’Associazione Cormonese Austria con i Tocs di Cormons, sarà inaugurata giovedì 29 marzo al Museo civico del territorio

Cormons celebra la figura dell’imperatore di Massimiliano I

Sarà inaugurata giovedì 29 marzo, alle 18, al Museo civico del territorio di Cormons la mostra dedicata a Massimiliano I (Wiener Neustadt 1459 - Wells 1519) in occasione del quinto centenario della conferma da parte imperiale dei "Previlegi e Statuti di Cormons" e "l’esonero per sei anni da qualunque balzello, tassa od imposta".
Nella mostra, curata dall’Associazione Cormonese Austria con la collaborazione dell’associazione Tocs di Cormons, sarà esposta una ricca documentazione riguardante l’imperatore Massimiliano I con immagini, stampe d’epoca, gli originali dei diplomi imperiali, i ritratti compresi alcuni eseguiti dal Durer, di cui Massimiliano fu grande ammiratore e anche mecenate.
Per gli uomini della nostra epoca è difficile comprendere la personalità e l’opera di questo imperatore. Ma fu un personaggio che al suo tempo ebbe un ruolo importante nello scacchiere europeo. Grazie ad una politica di matrimoni, il primo con Maria di Borgogna, che gli portò in dote il più ricco territorio d’Europa, che andava dalle Fiandre al Brabante, alla Piccardia, alla Franca Contea alle contee del Lussemburgo oltre a vasti territori lungo il Reno: ai quali si deve aggiungere anche l’Austria, l’Ungheria e poi la Contea di Gorizia e Gradisca. I figli Filippo detto il Bello e Margherita si accasarono con gli eredi del trono di Spagna. Suo nipote fu quel Carlo V d’Asburgo che, succedutogli nel 1520 come imperatore del Sacro Romano Impero, governò su mezza Europa.
Massimiliano I, definito l’ultimo dei cavalieri, è una figura in grado di rappresentare il passaggio dal Medioevo all’Età moderna e in cui il vecchio e il nuovo si fondono in modo straordinario: ma anche uno di quegli uomini multiformi che vanno al di là di ogni definizione: oggi si direbbe uomo universale, maestro dell’alta politica, moderno innovatore dell’amministrazione pubblica, stratega, comandante di eserciti, artista.
La mostra al Museo civico fa parte del progetto, coordinatore dall’Amministrazione Comunale per la celebrazione di Massimiliano I, che prevede anche una rassegna sulla storia e le vicissitudini della statua dell’imperatore inaugurata nel 1903 e dopo diverse traversie ricollocata sullo stesso posto nel 1981. Questa mostra verrà inaugurata in aprile.  Durante l’apertura delle due mostre sono previste anche alcune conferenze sulla figura e la personalità di Massimiliano I. La rassegna ospitata la Museo civico si potrà visitare nelle giornate di giovedì e venerdì dalle 16 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Cormons celebra la figura dell’imperatore di Massimiliano I
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.