Cormons - Gradisca d'Isonzo
stampa

Candelora, festa della luce

Le celebrazioni nella Collaborazione pastorale cormonese

Parole chiave: Candelora (4), celebrazione (107)
Candelora, festa della luce

A Cormons, sabato 2 febbraio alle 18.30 nella chiesa di San Leopoldo, a  Brazzano,  Borgnano,  Dolegna domenica 3 febbraio durante la Messa si celebra la Madonna della Candelora. Durante le Celebrazioni Eucaristiche verranno benedette le candele che, portate a casa, siamo invitati ad accendere nei momenti importanti della nostra vita familiare. In questa festa della luce, il Signore doni anche a noi, specialmente a chi è affaticato e sconfortato, di non arrendersi, per vedere
nella propria vita, infine, la traccia del passaggio di Dio.
Il significato di questa ricorrenza in realtà non è unitario, in quanto il suo tema principale, quello della luce, è comune a varie fedi e tradizioni religiose anche pre-cristiane. Per noi cristiani è significativa in quanto si celebra 40 giorni dopo il Natale del Signore e coincide con la presentazione di Gesù al tempio secondo la legge di Mosè, contenuta nel libro del Levitico.
Ma quali sono gli aspetti più caratteristici di questa celebrazione? Sono il tema della luce espressa nell’accensione e benedizione delle candele. Questo giorno, la Chiesa ha voluto che fosse anche festa della vita consacrata. Come ebbe a dire papa Benedetto XVI il 2 febbraio 2010, triplice è lo scopo di questa giornata: lodare e ringraziare il Signore per il dono della vita consacrata, promuoverne la conoscenza e la stima in tutto il popolo di Dio, ed infine invitare ciascun consacrato a celebrare le meraviglie che il Signore ha compiuto  in loro.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Candelora, festa della luce
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.