Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Quelle targhe a ricordo dei caduti austro-ungarici

Le prossime lapidi commemorative sono previste a Ruda e ad Aquileia

Parole chiave: Austria - Ungheria (4), caduto (10), Prima Guerra Mondiale (91), memoria (24), ricordo (57)
Quelle targhe a ricordo dei caduti austro-ungarici

Da qualche tempo attraverso Comitati spontanei e la presenza dell’Associazione "Amici della Croce Nera Austriaca" di Lucinico si stanno collocando nella Bassa Friulana, in giusti spazi, le targhe a ricordo dei caduti austro-ungarici di lingua italiana.
Dopo quella di Cervignano (statua marmorea, piazzale del porto) Terzo d’Aquileia (targa metallica, in cimitero)  e Joannis (lapide, centro del paese) ora si prevede di collocare una a Ruda (e Perteole) nell’angusto cimitero della "Rimembranza" di Perteole e a Belvedere di Aquileia (cimitero di S.Marco).
Nel frattempo il Comune di Ruda, Aiello e quello di Villa Vicentina hanno raccolto le domande di cittadini per una cerimonia che avrà luogo, presumibilmente in autunno, che prevede la consegna di una serie di medaglie a ricordo dei caduti friulani sotto le armi asburgiche.
Sono stati raccolti alcuni preventivi di spesa necessari per una scelta oculata e nel frattempo si sono svolte delle riunioni di lavoro in ambedue i comuni (Ruda e Villa).
Il Comune di Villa Vicentina assieme a quello di Campolongo, Visco e Aiello del Friuli  molto avvedutamente aveva esposto i nominativi dei propri caduti già qualche decennio fa. Quello di Villa e Visco accanto alla Chiesa parrocchiale, a Campolongo accanto il Municipio mentre ad Aiello nella zona limitrofa al Circolo ACLI e la chiesetta sulla strada che porta a S.Vito.
Iniziative che si auspica  saranno completate con analoghe iniziative nelle località e i Comuni del mandamento di Cervignano (compreso Grado) ancora privi di targhe e lapidi con scolpiti i nomi dei caduti a.u. che presumibilmente ammontano a un migliaio.
Ricerche e studi per arrivare a stimare i nominativi dei caduti avevano avuto inizio nel 2010 e nel corso di questi ultimi anni con aggiornamenti vari si sono aggiunti altri nominativi di cui non si disponeva alcun dato certo.
Si sta concretizzando pian piano quello che tra la gente si auspicava dopo un secolo dalla fine del conflitto mondiale.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Quelle targhe a ricordo dei caduti austro-ungarici
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.