Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Prosegue l’attività del "Progetto Giovani"

Una serie di partecipate iniziative ad Aiello

Parole chiave: Progetto Giovani (1)

Riportando in auge una vecchia proposta già collaudata qualche anno fa, a fine ottobre, un gruppetto di giovani animatori automuniti ha accompagnato i ragazzi della Parrocchia di Sant’Ulderico al Bosco Romagno, per una passeggiata fra i rami dipinti dalle pennellate d’autunno.
Al rientro in paese si è predisposta una piccola festa nella Show Room dell’oratorio, con caldarroste offerte a tutti i partecipanti all’iniziativa. "Una bella giornata da rifare sicuramente il prossimo anno!", uno dei commenti pubblicati sulla chat di WhatsApp, per cui il successo dell’evento è evidente, come è evidente il bel legame che è venuto a crearsi fra gli AnimatorsDael che guidano gli adolescenti oggi ed i "vegliardi" che hanno lungamente condotto l’SR-Grup nelle stagioni scorse di attività: alla castagnata, infatti, il pugno di educatori attualmente in carica ha avuto l’apprezzabile idea di estendere l’invito al party anche ai predecessori, chiamandoli a raccolta per una "bevandella" da consumare assieme in canonica.
All’approssimarsi, poi, della giornata di Ognissanti, agli animatori aiellesi è giunto l’invito a contribuire all’esposizione di zucche intagliate di Chiopris-Viscone, così, prima della grande manifestazione della "Vilie dai Sants", che raduna annualmente centinaia e centinaia di visitatori lungo le vie di Chiopris per la suggestiva mostra, a cielo aperto, dei Musôns, gli assistenti parrocchiali hanno cercato di coinvolgere i fanciulli e, cooperando attivamente coi compagni di Medea e della comunità accogliente, si sono messi all’opera, trasformando un ammasso informe di cucurbitacee in un ben riuscito quadretto ispirato alle vicende de "Il Piccolo Principe" di Antoine de Sanit-Exupéry, adattato cinematograficamente, nel 2015, dal regista Mark Osborne, che ha tratto dal romanzo un bel film d’animazione.
Nella scenografia, fra gli altri elementi ricreati ad arte, con lavoro di incisione e composizione, spiccavano, oltre al protagonista, anche le immancabili volpe e rosa, insieme ad altre figure fra quelle incontrate dal bambino nel suo strano viaggio fra gli asteroidi.
La riproduzione vegetale di una delle più profonde storie di amicizia della letteratura di tutti i tempi sia di buon auspicio per i gruppi degli animatori delle nuove comunità di don Federico e don Mauro, affinché anch’essi possano trovare via via modi sempre nuovi per… addomesticarsi vicendevolmente!

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Prosegue l’attività del "Progetto Giovani"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.