Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Progetto educativo antivandalismo

"Paesaggi a presa rapida" andrà ad individuare i luoghi all’interno del comune di Cervignano del Friuli che necessitano di essere ridipinti con il coinvolgimento dei giovani

Parole chiave: antivandalismo (1), vandalo (1), educazione (9)

Nel territorio della città di Cervignano sta per partire un progetto educativo anti-vandalismo per valorizzare i paesaggi urbani.
Si tratta dell’obiettivo denominato "Paesaggi a presa rapida" che, promosso dalla locale amministrazione comunale, andrà ad individuare nei prossimi mesi i luoghi che necessitano di essere ridipinti e che coinvolgerà in primo luogo ed attivamente i giovani.
Questi saranno responsabilizzati a riappropriazione spazi cittadini usando la creatività.
Il veicolo per rendere possibile il tutto sarà l’arte contemporanea: un gruppo di lavoro, formato da una quindicina di ragazzi della scuola primaria di secondo grado, individuerà le aree cittadine oggetto di atti vandalici o a rischio vandalismo, analizzerà il tutto e progetterà delle opere d’arte, capaci di arricchire il centro urbano.
Il progetto è stato finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia attraverso il Programma Sicurezza 2018, ed è stato pensato per i Comuni di Aiello, Aquileia, Campolongo-Tapogliano, Cervignano, Fiumicello Villa Vicentina, Terzo di Aquileia e Ruda, uniti nella convenzione per la gestione del servizio di polizia municipale, dall’associazione IoDeposito, con la collaborazione dell’Istituto comprensivo di Cervignano e dell’Istituto comprensivo Destra Torre.
Gli educatori, gli artisti, e i designers del paesaggio, anche di livello internazionale, accompagneranno i ragazzi, di età compresa tra gli 11 e i 14 anni, a potere esprimere la loro creatività per incoraggiare la relazione dei ragazzi con i luoghi pubblici attraverso le metodologie dell’arte terapia. I giovani saranno chiamati a effettuare una raccolta dei ricordi che coinvolgerà i cittadini.
Poi, il gruppo di lavoro sarà impegnato nel disegno, nella narrazione per immagini, nel campionamento e nella rielaborazione del paesaggio.
Le opere temporanee saranno installate nei luoghi a rischio vandalismo e il progetto è destinato anche ai genitori, che potranno partecipare agli incontri previsti. Il progetto sarà utile per dare un volto nuovo a degli ambiti degradati della città.
Il primo appuntamento del progetto è fissato per il 28 giugno e si stanno raccogliendo le iscrizioni in municipio, al servizio istruzione.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Progetto educativo antivandalismo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.