Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Passo dopo passo, al ritmo del cuore

Martedì 12 la presentazione del "Cammino Celeste" all’agriturismo di Luca Morsut

Parole chiave: Cammino Celeste (5)
Passo dopo passo, al ritmo del cuore

Il turismo lento, quindi a piedi, ma anche le attività sportive che abitualmente pratichiamo sempre più spesso con il cammino nella nostra vita quotidiana ci permettono di trovare in questa vita frenetica il momento di pensare e meditare per scoprire e conoscere meglio noi stessi.
Il Cammino Celeste ci dà quest’opportunità  e per saperne di più, martedì prossimo 12 febbraio,  il Comune di Ruda e di Fiumicello Villa Vicentina presenteranno presso l’agriturismo di Luca Morsut alle 20.30 il progetto del Cammino Celeste con l’Associazione Iter Aquileiense nata per gestisce questo importante progetto.
Interverranno Aurelio Pantanali e Giuseppe Poiana soci fondatori del Cammino Celeste con la testimonianza di Christian Romanini che presenta il  diario del suo cammino scritto in friulano dal Santuario di Barbana a quello di Castelmonte. Nell’occasione sarà presentato anche il progetto Interreg Italia-Österreich "WalkArt - L’Arte del Cammino" che promuove tramite la Comunità Collinare di Colloredo di Montalbano quattro cammini della nostra regione e tre della vicina Carinzia.
Il Cammino Celeste è lungo 220 chilometri parte dal mare, dall’Isola di Barbana, e passando per la Ciesa Madre di Aquileia, attraversa per strade di campagna la pianura orientale friulana tra cui il territorio dei Comuni di Fiumicello Villa Vicentina e Ruda fino a Cormons. Percorre le colline del Collio lungo i filari delle vigne per giungere dopo quattro giorni di cammino al Santuario di Castelmonte.
Il Cammino prosegue per boschi e valli delle Alpi Giulie lungo il confine con la Slovenia.
Lungo l’itinerario, afferma Aurelio Pantanali, si può soggiornare, in strutture convenzionate di paesi poco conosciuti agli stessi friulani, come Masarolis, Montemaggiore di Taipana, Prato di Resia, Dogna.
Da Camporosso poi si sale l’antico sentiero del Pellegrino per raggiungere il Monte Lussari a 1780 metri d’altezza, dove è situato il Santuario Mariano, meta d’arrivo del Cammino Celeste.
Questo cammino ha una suggestione tutta particolare, aggiunge Giuseppe Poiana, perchè si sale dal mare fino in alta montagna, per cui la riflessione si rafforza.
L’itinerario è segnalato da targhette con un pesciolino stilizzato simbolo ripreso da un mosaico aquileiese della Basilica. È anche disponibile nelle librerie la guida del Cammino Celeste (Ediciclo Editore) e tutte le informazioni dettagliate sono consultabili sul sito www.camminoceleste.eu.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Passo dopo passo, al ritmo del cuore
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.