Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

La città di Cervignano nel mirino dei vandali

Cresce la preoccupazione nella popolazione per il moltiplicarsi degli episodi: l’ultimo - in ordine di tempo - ha visto il danneggiamento della bacheca nel cimitero di Muscoli

Parole chiave: vandalismo (2), preoccupazione (2)

Da qualche tempo la città di Cervignano è nel mirino di vandali.
Siamo ormai a registrare il quarto episodio in quasi un mese. L’ultimo raid ha visto agire nel cimitero della frazione di Muscoli, dove è stata danneggiata la bacheca utilizzata per le comunicazioni ai cittadini. È successo nella notte tra domenica e lunedì della scorsa setimana. Ad accorgersi dell’accaduto, lunedì mattina, è stato il personale di Ausa Multiservizi, che gestisce i servizi cimiteriali.
A questo si aggiungono anche dei fastidiosi furti di fiori nel medesimo cimitero.
Un altro sfregio si era perpetuato nella rinnovata piazzetta San Girolamo, dove era stata imbrattata una panchina. Per non contare, inoltre, i cassonetti dati alle fiamme in via della Ciura e i danneggiamenti, nel parco di via Caiù, al monumento dedicato a Salvo D’Acquisto. I carabinieri della locale stazione stanno indagando sui fatti segnalati.
Odiosi, in particolare, gli avvenimenti al cimitero, specie in questi giorni dedicati ai defunti.
Come reagisce l’amministrazione comunale di Cervignano?
L’installazione di telecamere di sicurezza sul territorio è quanto di meglio si possa fare. Si punta, così, con il monitoraggio del territorio, a costituire un deterrente per eventuali malintenzionati e vandali. Il danno, di per sé, non è di grande entità.
Ma, i gesti, sono purtroppo odiosi, perché effettuati su cose di interesse pubblico. In un clima di ristrettezze economiche quali sono quelle che viviamo, ache spendere poche cifre per riparare ad atti vandalici, non è facile.
Pensando a quanto si può fare, specie nel sociale, per tante persone che si trovano in difficoltà.
Inoltre, per scongiurare altri incendi, l’amministrazione comunale ha deciso di acquistare panchine e cestini realizzati in materiali molto più resistenti al fuoco. Saranno sostituite, per esempio, le panchine in legno in via Lung’Aussa, già oggetto di danneggiamenti da parte dei soliti ignoti. Le nuove panchine, quattordici in tutto, saranno in ferro. Inoltre, sette nuovi cestini, realizzati nel medesimo materiale. Otto nuovi cestini saranno collocati anche in via Roma, venti nella frazione di Strassoldo e altri tredici in piazza Indipendenza.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
La città di Cervignano nel mirino dei vandali
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.