Aquileia - Cervignano del Friuli - Visco
stampa

Al via il recupero funzionale di Valle Mezzano

Intervento sperimentale a supporto della vallicoltura tradizionale nella laguna di Grado

Parole chiave: Valle del Mezzano (1), recupero (12)
Al via il recupero funzionale di Valle Mezzano

Il Comune di Grado e la Direzione risorse agroalimentari, forestali e ittiche della Regione Friuli Venezia Giulia hanno attivato un percorso progettuale condiviso per il recupero strutturale e funzionale di Valle del Mezzano in laguna di Grado, splendida valle da pesca di 40 ettari, di proprietà del Comune, oggi abbandonata e in via di disfacimento.
Per questa prima fase la spesa complessiva è di 1 milione e 600 mila euro, dei quali 1 milione e 130 mila euro si riferiscono a uno specifico contributo regionale, a valere sull’Articolo 51 del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP), mentre la differenza viene finanziata dal Comune di Grado con fondi propri.
"L’iniziativa a titolarità pubblica - spiega l’Assessore all’ambiente del Comune di Grado, Claudio Gaddi - e si configura come un intervento quanto mai necessario e urgente, anche in considerazione del fatto che più passa il tempo, più l’entità dell’intervento e gli oneri di recupero e di messa in sicurezza sia del Mezzano sia delle valli limitrofe si fanno sempre più rilevanti."
Il progetto di riqualificazione è stato ideato nell’ottica di coniugare attività produttiva, aspetti naturalistici e ambientali. Sottolinea Gaddi: "Dobbiamo stimolare il dibattito e le energie locali per avviare, da un lato, forme di recupero e di salvaguardia strutturale del complesso vallivo, dall’altro, per catalizzare nuovi interessi economici su questo importante patrimonio. Con questa iniziativa riteniamo si possa creare un volano di conoscenza, credibilità e buone pratiche che funga da traino e da riferimento per le altre realtà vallive della nostra laguna, in un’ottica di rilancio e promozione del settore. Le valli da pesca sono la componente più peculiare dell’Adriatico settentrionale, un sistema vallivo tra i più importanti d’Europa e del bacino del Mediterraneo".
A fronte di una superficie complessiva di circa 1.700 ettari di valli tra Grado e Marano lagunare, più della metà delle superfici è oggi improduttiva, se non in totale abbandono. Le ragioni sono note: vanno dagli elevati costi di gestione e produzione, alla concorrenza del pesce allevato all’estero, alla difficoltà a fronteggiare le avversità
Gaddi infine evidenzia quanto progetti come questi siano fondamentali, sottolineando come sia stato fattivo e costruttivo in questi mesi il dialogo con l’Amministrazione regionale, con l’Assessore Paolo Panontin prima e con l’Assessore Stefano Zannier adesso, che hanno sposato l’iniziativa e la visione strategica di un’acquacoltura integrata, sostenibile, competitiva, diversificata.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Al via il recupero funzionale di Valle Mezzano
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.