Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

Turriaco: la commemorazione dei Caduti

Un momento di commemorazione nell’atrio del municipio comunale, una sosta innanzi al monumento ai caduti in piazza Libertà e, infine, la fase conclusiva in Cimitero, sotto alle lapidi che ricordano i caduti della prima e seconda guerra mondiale.

Parole chiave: caduto (10), commemorazione (64)

Così l’amministrazione comunale di Turriaco, assieme all’ANPI locale, al Circolo Brandl, agli amici della Croce Nera Austriaca e alla Società filarmonica di Turriaco, ha desiderato commemorare i caduti il 1 novembre.
In cimitero un momento di raccoglimento, richiamato dal suono del silenzio prodotto da una tromba della Filarmonica locale, Franco Nocent, ha anticipato la benedizione delle lapidi e la deposizione delle corone a cui sono seguiti gli interventi del parroco don Fabrissin, del vicesindaco Schiavon, di Elisa Baldo e Roberto Cosma per il Circolo Brandl e di Edoardo Venturini per l’ANPI Turriaco.
Gli interventi si sono concentrati sull’assurdità della guerra, sui valori che questi nostri soldati hanno portato avanti con dedizione, seppur sotto l’egida del dovere più che della volontà personale, e sui valori insindacabili della pace, della fratellanza e della solidarietà. Una commemorazione sentita, con una discreta partecipazione, che ogni anno si rinnova in memoria di chi ha dato la vita per la Patria.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Turriaco: la commemorazione dei Caduti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.