Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

Quell'intimità violata ed offesa

Le razzie dei ladri hanno provocato un malessere sociale diffuso e creato paura nella popolazione

Parole chiave: furti (1)
Quell'intimità violata ed offesa

Dicembre, tempo di Avvento. La parola stessa lo consiglia, tempo di accoglienza. Ciò si dovrebbe fare in questo periodo che conduce alle feste del Santo Natale, accogliere il diverso, lo straniero, la persona in difficoltà,… Purtroppo non è sempre facile disporsi all’accoglienza, soprattutto quando si viene ripetutamente colpiti da fenomeni che hanno a che fare davvero poco con il periodo natalizio.
L’intero mandamento monfalconese in questi ultimi quindici giorni è stato terra di razzie da parte di alcune bande di ladri ben organizzate che stanno setacciando la zona con estrema cura e attenzione. Tutto ciò porta molta diffidenza nella gente che si sente controllata, si sente mirata dall’attenzione di persone molto lontane, eppure capaci di arrivare e colpire così vicino. A essere prese di mira sono state diverse famiglie, sia durante le ore diurne, in periodi di assenza da casa, sia durante le ore notturne, comunque sempre nel posto in cui ognuno dovrebbe sentirsi più al sicuro, ossia la propria abitazione. Tali incursioni hanno generato un malessere sociale diffuso e profondo nella maggior parte delle persone del luogo, malessere che si manifesta in diversi modi: c’è chi si chiude, chi, invece, pur di sfogare, parla, condivide e cerca di carpire ovunque informazioni per rassicurarsi, per auto-convincersi che non succederà nulla o, in alternativa e paradossalmente, per confermare il timore di essere una potenziale vittima di questi sconosciuti.
Da rubare, ormai, nelle viarie abitazioni, c’è ben poco, la crisi già di suo sta colpendo le famiglie a cui non resta molto da nascondere, ma ciò non toglie che il concetto di proprietà, di bene e di male rimangano: pertanto quando "l’ospite indesiderato" arriva e scardina una porta o una finestra, non è solo l’infisso fisico a essere rovinato, ma l’interiorità dell’individuo che vede violata la propria intimità.
Proprio per sostenere la popolazione in alcuni paesi alcuni cittadini volontariamente si sono dati da fare per segnalare alle forze dell’ordine ogni elemento possa essere utile loro, nel massimo rispetto del lavoro dell’altro, anzi, nella piena condivisione e sostegno.
 Ed ecco quindi passeggiate prolungate di giorno e di notte a servizio degli altri, a tutela di una comunità che era abituata a vivere nella tranquillità. A Turriaco la lista civica "Il paese in comune" ha invitato l’amministrazione comunale a farsi interprete dei disagi della popolazione nei confronti degli organi preposti, spingendola a coinvolgere in un’azione corale le altre amministrazioni del mandamento a difesa degli organi di vigilanza sottoposti al depotenziamento degli organici e dei mezzi operativi, nonché dei loro rifornimenti, a causa delle continue riduzioni ai capitoli relativi alla spesa sulla sicurezza. I cittadini si augurano che qualcosa venga fatto e che la situazione trovi un epilogo.

Quell'intimità violata ed offesa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.