Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

L’invito a lasciarci guidare dalla fede

Monfalcone in festa per la Madonna della Salute

Parole chiave: Madonna della Salute (17)
L’invito a lasciarci guidare dalla fede

Le comunità cristiane di Monfalcone e del Mandamento si apprestano a celebrare la festa della Madonna della Salute. Una celebrazione tradizionale ma che dice ancora molto ai tempi che viviamo. Abbiamo sentito il parroco dell’UP Monfalconese don Flavio Zanetti per fargli alcune domande e per ragionare insieme in preparazione alla ricorrenza festiva.

Don Flavio, la festività patronale nasce dal voto espresso dai veneziani alla Madonna per chiedere la fine della terribile pestilenza del 1630. Oggi la diffusione del Covid 19 genera sconforto e paura da noi come nel resto del mondo. Con quale spirito allora la comunità di Monfalcone si prepara a vivere la festività della Madonna della Salute, patrona della città?
Effettivamente molte persone vivono questo tempo con molta paura dentro di se’... Molti poi in questa situazione non possono venire in chiesa come vorrebbero. Dobbiamo constatare che aumenta il numero delle persone che non sentono l’importanza di questa festa. E’ un momento complesso, ma la fede porta comunque un buon numero di persone a rivolgersi a Dio e all’intercessione di Maria preparandosi con la preghiera.

Sarà una "festa" inevitabilmente diversa dagli altri anni. Come si svolgeranno le celebrazioni in preparazione e quelle del giorno del 21 novembre?
Ogni sera c’è la novena, alle 17.30 c’è il rosario seguito dalla messa. Guida la preghiera don Alessandro Biasin. Mercoledì sera c’è un momento di preghiera per gli agenti pastorali. Sabato 21 novembre mattina in duomo le messe saranno alle 8, alle 9.30, alle 11; nel pomeriggio alle 14.00 ci sarà il rosario seguito alle 14.30 dalla messa solenne. Non sarà possibile fare la processione, ma vivremo con fede e amore questo momento di preghiera, di implorazione e venerazione.

Le feste religiose patronali sono segno di una fede e di una tradizione, ma sono anche momenti che indicano una strada per il futuro alla comunità cittadina: quale indicazione ci verrà offerta quest’anno dall’incontro della nostra umanità sofferente per tanti problemi, nel corpo e nello spirito, con la nostra Patrona, Maria Madonna della salute?  Quale il messaggio per i credenti?
Oggi molti si lasciano guidare dalla paura, la festa della Madonna della Salute ci invita a lasciarci guidare dalla fede, vivendo con prudenza e speranza questo tempo certamente difficile, pronti a fare il bene possibile. La pandemia mette in crisi l’economia, la nostra vita sociale, rende tese le persone, mette in crisi la fede, evidenzia tutte le criticità personali e comunitarie.
Possiamo sperare che questa crisi, se sapremo viverla con fede, possa mettere in moto un ripensamento del nostro modo di vivere, orientando i nostri stili di vita verso una maggiore sobrietà, riscoprendo ciò che è essenziale.
La festa patronale è un’occasione per metterci davanti a Dio così come siamo, invocando tutto il suo aiuto perché vi sia un effettivo cambiamento: che migliori la situazione sanitaria e che migliori anche il nostro modo di vivere da cristiani, sia personalmente che comunitariamente.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
L’invito a lasciarci guidare dalla fede
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.