Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

L’Acr va dal sindaco: proposte, azioni, istanze

Incontro nel municipio di Ronchi dei Legionari

Parole chiave: ACR (5), municipio (3)
L’Acr va dal sindaco: proposte, azioni, istanze

"Diamoci la mano, piccoli e grandi, insieme possiamo farcela e mettiamo a disposizione le nostre abilità, tutte diverse e tutte importanti": sono le ultime parola del documento che i ragazzi dell’ACR di Ronchi hanno consegnato al sindaco Livio Vecchiet che li ha ricevuti in municipio in un pomeriggio a conclusione della loro attività formativa.
Nelle mani del primo cittadino sono state poste una serie di proposte, di istanze e di desideri - ma anche di impegni concreti - elaborati dal gruppo con gli educatori nel corso del mese di gennaio, dedicato dall’Azione cattolica tutta alla "festa della pace".
E’ nato così un piccolo documento - intitolato "Alziamo la voce" - con il quale sono stati raccolte in sintesi le attività di ricerca che hanno impegnato i ragazzi, percorrendo le strade del paese.
L’obiettivo del lavoro comunitario è stato quello di "mettersi insieme per rendere più bella la nostra città, uniti per il bene comune".
I ragazzi Acr, oltre al risultato delle loro ricerche, hanno presentato al sindaco due azioni precise: con le immagini hanno documentato il loro impegno per la pulizia del parco giochi e, i più grandi, per la pulizia e sistemazione delle tombe abbandonate del cimitero comunale.  
Infine hanno illustrato al sindaco Vecchiet una serie di richieste e di esigenze.
Edifici scolastici: aule più grandi; biblioteca: manca lo spazio per lo studio e la ricerca; strade e marciapiedi: porre rimedio agli aspetti di trascuratezza e abbandono che li rendono impercorribili; fiori e giardini: potenziare il numero dlele piante per rallegrare i diversi ambienti di vita; aggiungere lampioni e illuminazione potenziata anche per ragioni di sicurezza; porre sulle strade i contenitori per i mozziconi delle sigarette.
In generale il documento dell’ACR; si sofferma su una serie di considerazioni sulla cittadina che deve essere di tutti e che domanda rispetto e impegno per la salvaguardia e attenzioni per i luoghi più abbandonati. In fine, le proposte: organizzazione di tornei sportivi per raccogliere fondi per alcune cause giuste (bagni pubblici); promuovere momenti di festa popolare lungo l’anno;valorizzare il carso, meta di camminate e visione della ricca natura.
La conclusione - ribadita anche dal sindaco Vecchiet che ha ringraziato tutti i presenti ed i loro educatori, coordinati da Eleonora Longo - del documento è un invito a mettere a tema delle attività comunale i temi esigenti della pace, dell’ecologia, della deforestazione e anche quello delle disabilità in modo che veramente tutti, grandi e piccoli, possano collaborare attivamente per promuovere una vera vita comunitaria nel Paese e fra le persone.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
L’Acr va dal sindaco: proposte, azioni, istanze
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.