Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

Il ricordo dei caduti dell’"inutile strage"

Consegnate le medaglie commemorative patrocinate dalla Regionedi concerto con il Ministero

Parole chiave: inutile strage (2), ricordo (65), caduti (11), Prima Guerra Mondiale (98)

È stata un’ultima domenica di maggio davvero speciale quella che è stata vissuta dalla comunità di Turriaco quando in paese si è svolta la commemorazione dei caduti della prima guerra mondiale con la consegna ai familiati delle medaglie commemorative 1914 - 1918 patrocinate dalla Regione Friuli Venezia Giulia di concerto con il Ministero della Difesa.
L’evento, che si è potuto concretizzare grazie alla sinergia tra Amici della croce nera austriaca, Circolo culturale e ricreativo don Eugenio Brandl e Amministrazione comunale, è iniziato fin dalla prima mattina quando, una delegazione militare e le autorità locali hanno deposto una corona in cimitero sotto alla targa dei caduti.
La cerimonia è proseguita poi in piazza, davanti al monumento dedicato ai caduti e, a seguire, in chiesa con la celebrazione della santa messa da parte del parroco don Enzo Fabrissin. A conclusione della celebrazione religiosa Alberto Vittorio Spanghero ha presentato una breve dissertazione che ha posto l’accento sul valore del ricordo e sul senso di libertà e rispetto che l’umanità intera non dovrebbe mai dimenticare.
Il clou della mattinata ha avuto luogo, poi, nella sala consiliare del paese, nella cornice dell’esposizione "Intenso sentire" di Gianni Trentin e Liana Durisotti in chiusura proprio domenica 28 maggio. Presenti il presidente dell’Associazione Amici della Croce nera austriaca Franco Stacul, della Croce nera di Vienna Otto Jaus, il generale Massimo Panizzi, l’assessore comunale Paola Spanghero e il presidente del Circolo Brandl Elisa Baldo, tutti hanno espresso parole degne di lode per l’evento. In particolare Franco Stacul ha lodato la vivacità della comunità di Turriaco per quel che riguarda le iniziative dedicate al ricordo della grande guerra sottolineando l’importanza dell’incontro con persone che hanno sostenuto l’iniziativa, cosa non scontata né di secondaria importanza. Sono state consegnate poi una quarantina di medaglie, tutte a nipoti e pronipoti dei caduti che hanno vissuto il momento della consegna con viva commozione.
Otto Jaus ha poi ringraziato tutti e ha consegnato ufficialmente delle onorificenze al sindaco Enrico Bullian per l’attenzione dedicata all’evento, a don Renzo Boscarol e al generale Massimo Panizzi per l’attenzione che dedicano all’argomento.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Il ricordo dei caduti dell’"inutile strage"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.