Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

"Che tale usanza non venga mai meno..."

Tutto pronto per l’edizione 136 del carnevale nella città dei cantieri: il programma da giovedì 20 a martedì 25 febbraio

Parole chiave: carnevale (16)
"Che tale usanza non venga mai meno..."

La conferenza stampa organizzata dalla Pro Loco di Monfalcone con le autorità cittadine per presentare il 136° carnevale di Monfalcone, tra i più importanti e i più longevi fra quelli attualmente in svolgimento nella regione Friuli-Venezia Giulia, è stata l’occasione di svelare gli ultimi dettagli che non erano ancora stati messi a punto.
Dal 20 al 25 febbraio in piazza della Repubblica sotto il pala-tenda riscaldato ci saranno spettacoli, musica, ospiti, feste e balli, animazione per bambini;  simpatica iniziativa giovedì 20 febbraio dalle 15 alle 18 denominata "Carneval de le femene …porta la femena a balar" con "Evi e Lucia" che faranno tanta di quella bella musica con balli di gruppo e di tutti i generi, nel corso della festa ci sarà anche un inedito gioco "il tombolino di carnevale" con premi a sorpresa.
Lunedì 24, vigilia della kermesse ci sarà tanto ma tanto da divertirsi grazie all’idea proposta di addobbare e mascherare la bicicletta e portarla in piazza della Repubblica, dove ci sarà la prima sfilata delle bici mascherate.
Alle 15.30 presso il pala-tenda ci saranno le iscrizioni, un’ora dopo partirà la biciclettata con un bel giro per il centro della città, al rientro verranno premiate le biciclette più originali e staremo a vedere la fantasia dei bisiachi de Mofalcon.
Martedì grasso monfalconese, il 25 febbraio come sempre alle 12, al termine di un lungo giro per tutti i rioni monfalconesi, il notaio Gratariol (alias Carlo Blasini), sior Anzoleto Postier (Orlando Manfrin) e la sposa (gamba longa) ad oggi ancora sconosciuta, verrà rivelata solo alla mattina di martedì grasso, nella gremitissima Piazza delle Repubblica ci sarà la cerimonia, la tanto attesa lettura del testamento e prima della lettura verrà pronunciata dal notaro la famosa frase: "che tale usanza non venga mai meno finché un solo monfalconese calpesterà le strade di questa nostra cara città".  
Quindi a concludere la "Cantada in piazza", tutta la cittadinanza canterà le tipiche canzoni accompagnata dalla Banda Civica e dopo il "pranzo de noze", partirà la sfilata dei carri allegorici, in serata il gran finale in musica, spettacolo e comicità con Flavio Furlan, Maximo ed Elisa Bombacigno.
Da ricordare anche che dal 31 gennaio al 1° marzo presso 20 locali monfalconesi e del mandamento sarà proposto il piatto di carnevale  "Magnemo fora de Casa"; dal 13 al 25 febbraio, gli appassionati di pittura avranno l’opportunità di vedere la mostra di artisti monfalconesi in Municipio, "Carnevale in Tela"; inoltre per la 65a volta ci sarà l’uscita della "Cantada" edizione imperdibile e numero unico della rivista umoristica-satirica in dialetto bisiàc su personaggi e fatti della bisiacaria.
Come di consueto sabato 15 febbraio, dalle 10 alle 16 sarà possibile ottenere l’annullo postale figurato, quest’anno la cartolina è stata disegnata dall’artista locale Loredana Prodan, che ha evidenziato nel suo disegno le peculiarità di Monfalcone "La rocca e il monte con il falcone", seguiranno le premiazioni degli alunni e insegnanti partecipanti al concorso "Disegna la cartolina del carnevale monfalconese".
Insomma un carnevale come ogni anno pieno zeppo di eventi e di novità; informazioni più specifiche si possono trovare su facebook (Pro loco Monfalcone) o nel sito www.monfalcone.info.                       

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
"Che tale usanza non venga mai meno..."
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.