Monfalcone - Ronchi dei Legionari - Duino
stampa

C’è ancora speranza

L'ISIS Brignoli - Einaudi - Marconi ha dedicato la propria assemblea all'ascolto delle testimonianze dei sopravvissuti all'olocausto

C’è ancora speranza

Avere memoria e fare memoria della storia è fondamentale. Ascoltare per imparare e ricordare per non sbagliare più, sono aspetti da custodire sempre nella nostra vita. La notizia in questione è buona... anzi buonissima! È una piacevole sorpresa, un esempio di sana educazione alla cittadinanza. Siamo a Staranzano dove il Comitato Studentesco dell’ISIS "Brignoli-Einaudi-Marconi" ha deciso di dedicare l’assemblea generale d’istituto del 24 gennaio, alla Giornata della Memoria.
Un’iniziativa senza precedenti in quanto tutti i ragazzi e le ragazze che frequentano l’Istituto si sono autofinanziati per usufruire un’intera mattinata del Teatro Comunale di Monfalcone, dove hanno ascoltato la testimonianza di una persona sopravvissuta ad Auschwitz, guardato e commentato la proiezione del film "Corri, ragazzo, corri", e hanno così confermato in maniera straordinaria la loro volontà di continuare a chiedere Verità per Giulio Regeni.
Insomma, per la prima volta - forse dopo tanto, troppo tempo nel Mandamento - tutta la Scuola, fatta di studenti e insegnanti, uomini e donne consapevoli e responsabili si è riunita in uno spazio pubblico, in questo caso il cuore culturale cittadino, per dire no al razzismo e no all’odio, alla violenza e alla xenofobia, ma per esprimere il proprio sì convinto alla memoria e aderire a un modello di convivenza civile e democratica. Il signor Mario Candotto ha raccontato agli studenti dell’Isis BEM la sua esperienza di deportato in un clima di massimo rispetto aprendo ad una grande riflessione umana e culturale.
Ciò non fa mai male e rappresenta un instancabile esercizio al servizio della nostra vita nella democrazia e nella libertà. L’assemblea è stata anche l’occasione per la premiazione degli ex studenti con le borse di studio dedicate alla memoria di Guenther Bruckbauer giovane ventunenne deceduto prematuramente a Ronchi dei Legionari.
Non resta dunque che dire "Grazie ragazzi" perché avete dimostrato a tutta la comunità che c’è ancora spazio per la speranza di costruire un futuro inclusivo e fatto di pace sia a livello locale che in Italia.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
C’è ancora speranza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.