Gorizia
stampa

Sapori e specialità da tutto il mondo a Gusti di Frontiera

Tra le novità l’arrivo del Borgo Russia e delle Repubbliche asiatiche,che troverà spazio tra i Giardini Pubblici e via Oberdan

Parole chiave: Gusti di Frontiera (9), cucina (5), enogastronomia (8)
Sapori e specialità da tutto il mondo a Gusti di Frontiera

Saranno 44 le nazioni rappresentate dai ben 350 stand presenti alla 14° edizione di Gusti di Frontiera, in programma quest’anno da giovedì 21 a domenica 24 settembre.
La kermesse enogastronomica, la più grande del Triveneto, ancora una volta porterà a Gorizia sapori e specialità da tutto il mondo, ma anche importanti personaggi televisivi e chef stellati, che si potranno incontrare all’interno del Salotto del Gusto, l’arena realizzata in collaborazione con Udine&Gorizia Fiere, collocata nella cornice naturale di Piazza Sant’Antonio, che nelle passate edizioni ha accolto ospiti come Carlo Cracco, Benedetta Parodi, Max Mariola e Paola Marella, solo per citarne alcuni.
Proprio il Salotto del Gusto ospiterà la cerimonia inaugurale di Gusti di Frontiera 2017, che potrà contare su una madrina d’eccezione, un vero talento della mitteleuropa: Antonia Klugmann, chef stellata de "L’Argine" di Vencò, che "con il suo lavoro, impegno, la ricerca di nuovi accostamenti e sensazioni in una cucina legata profondamente al territorio e alle sue peculiarità, incarna perfettamente lo spirito della manifestazione stessa", ha raccontato Arianna Bellan, assessore comunale ai Grandi Eventi. La cerimonia si svolgerà giovedì 21 settembre alle 17 e sarà seguita da un talk show condotto da Davide Paolini, il "Gastronauta" di Radio 24 - Il Sole 24 Ore.
Addentrandosi all’interno della mappa della manifestazione, tante le "gustose" conferme, accompagnate da "saporite" novità, prima tra tutte l’arrivo del Borgo Russia e delle Repubbliche asiatiche, che troverà spazio tra i Giardini Pubblici e via Oberdan. Ritorna, ma in veste completamente rinnovata, anche il Borgo Vegetariano, posizionato davanti al Museo Santa Chiara e, dopo alcuni anni di assenza, proporrà nuovamente le sue squisitezze anche lo stand della Grecia.
Tra le conferme, gli storici Borgo Austria, Borgo Francia, Borgo Italia, Borgo del Mare e Borgo Adriatico, Borgo Balcani, Borgo Americhe e il Villaggio Latino.
Qualche spostamento per Borgo Friuli, che quest’anno occuperà i controviali accanto ai Giardini Pubblici, e per Borgo Slovenia, che troverà casa in piazza Municipio. Trasloco in vista anche per l’amatissimo dolce ungherese, il kürt?skalács, che - per agevolare lo scorrimento dei visitatori - troverà spazio all’inizio di via Roma; cambio di posto anche per Borgo Carnia, che si inserirà nel passaggio che collega corso Verdi a piazza Cesare Battisti.
Tra i Borghi più "giovani", lanciati nelle edizioni più recenti, ritornano Borgo Oriente, Borgo Nord Europa e Borgo Pasta, Pane e Pizza, che quest’anno si presenterà con un’offerta ancora maggiore.
Via Rastello sarà ancora una volta la Via dei Sapori, con le sue case antiche e i locali storici riaperti per l’occasione, le piazze Sant’Antonio e Cavour diventeranno Piazza del Gusto - punto di riferimento per le eccellenze regionali -, mentre nuovamente l’incrocio tra corso Verdi, via Diaz e via Garibaldi ospiterà L’Aperitivo Goriziano.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Sapori e specialità da tutto il mondo a Gusti di Frontiera
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.