Gorizia
stampa

Pellegrini dal Preval a Rosa Mistica

Iniziativa dell’UP Madonnina - Lucinico - Mossa

Parole chiave: pellegrinaggio (88), Preval (19), Santuario di Rosa Mistica (23)
Pellegrini dal Preval a Rosa Mistica

Una giornata speciale ha fatto da sfondo al pellegrinaggio di Maria Rosa Mistica in Cormons che anche quest’anno è stato vissuto all’interno dell’Ottavario di preghiera. Come Unità Pastorale di Madonnina - Lucinico - Mossa ci siamo ritrovati mercoledì 12 gennaio per il S. Rosario e la S. Messa.
Il parroco ha proposto, a chi se lo sentiva, di andare a piedi partendo dal Santuario del Preval.
Ed eccoci lì, alle ore 16.00 siamo circa 20 "arditi". Iniziamo con una preghiera davanti a Maria Regina dei Popoli, una brevissima presentazione della statua miracolosa di Maria Rosa Mistica, una benedizione e si parte. Mentre siamo in cammino diventa spontaneo il paragone tra quel piccolo pellegrinaggio e il viaggio della vita: Dio cammina con noi e ci ama di amore infinito, ci precede e ci aspetta per mete sempre più appassionanti, a volte dolorose.
In pellegrinaggio siamo ragazzi, sacerdoti, adulti e nonni. Si parla in semplicità e si condividono le piccole cose di ogni giorno, qualche esperienza, si conosce un po’ la vita dell’uno dell’altro. Ti accorgi che la differenza di età quasi scompare, stiamo bene insieme, l’amore ci fa famiglia e man mano che ci avviciniamo al Santuario c’è la gioia nel cuore. Nel tramonto il cielo si tinge di rosa intensissimo e sembra il manto di Maria che ci aspetta. È la Mamma di tutti e di ciascuno. Abbiamo tante cose da portare ai suoi piedi, personali e come Comunità, specie in questo tempo così travagliato.  In Santuario, dopo il S. Rosario, inizia la S. Messa solenne celebrata dal nostro Arcivescovo e animata dal "Coro Parrocchiale San Giorgio" di Lucinico. Le Letture del giorno dal primo libro di Samuele e dal Vangelo secondo Marco si addicono bene a questa circostanza. Dio, spiega il vescovo, chiede a Samuele, giovanetto, di rimproverare Eli, suo maestro, per la condotta non proprio trasparente. A volte ci viene chiesto un passo che ci costa molto, ma col passare del tempo capiamo che in Dio aveva un profondo perché. Bella l’immagine della suocera di Pietro che prontamente si mette al servizio dopo essere stata guarita da Gesù. E ancora Gesù in preghiera, in profondo rapporto col Padre e lo Spirito Santo, per imprimere alla propria missione il sigillo trinitario.
Quanto bisogno abbiamo di fermarci nella corsa di tutti i giorni!
Una preghiera di invocazione a Maria Rosa Mistica conclude questo momento in Santuario.
Ora ci aspetta la vita di tutti i giorni e nasce in cuore il desiderio di imitare Maria, almeno un po’. Come Lei, Parola di Dio vissuta, possiamo cercare di vivere il Vangelo. Come Lei, Madre che vive in Cielo con un cuore di carne e che ci ama di amore tenerissimo, possiamo ricominciare ad amare chi ci passa accanto, chiunque esso sia. Come Lei, modello del popolo di Dio in cammino, possiamo vivere per la Chiesa, essere Chiesa dove l’amore tende alla reciprocità, alla comunione.
Come Lei, che ha dato vita fisicamente a Gesù, possiamo offrire spiritualmente Gesù al mondo.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
Pellegrini dal Preval a Rosa Mistica
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.