Gorizia
stampa

Lo Spirito di Aquileia, fra Mitteleuropa e Mediterraneo

Due gli appuntamenti in programma quest’anno:  il primo sarà ospitato dalla Sala "della Torre" nelle giornate del 18 e 19 ottobre

Parole chiave: Cattedra Rezzara (2), ICM (6)
Lo Spirito di Aquileia, fra Mitteleuropa e Mediterraneo

Sarà "Lo spirito di Aquileia - Tra Mitteleuropa e Mediterraneo" il filone d’indagine portante del 53° Convegno annuale dell’Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropeo di Gorizia, che quest’anno si articolerà in due appuntamenti.
Il primo dei due incontri, che cercherà di trovare risposte alla "crisi d’identità" che sembra star vivendo l’Europa, la quale si interroga sul suo essere e sulla direzione da prendere, si svolgerà a Gorizia nelle giornate del 18 e 19 ottobre, tra la Sala della Torre della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, in via Carducci, e l’Università degli Studi di Udine a Gorizia, in via santa Chiara.
"Costruire l’Europa dai territori", questo il tema del forum, rappresenta inoltre una novità per l’ICM: si svolgerà infatti in collaborazione con l’Istituto culturale di Scienze sociali "Nicolò Rezzara" di Vicenza, che ha desiderato svolgere con l’istituto goriziano la sua Cattedra.
Il primo "Forum Europa" della Cattedra Rezzara Mitteleuropea si aprirà alle 10.30 del 18 ottobre alla Sala della Torre con i saluti delle autorità e la prolusione generale sul tema "Funzione dei territori di confine nello sviluppo culturale", che vedrà interventi di monsignor Giuseppe Dal Ferro dell’istituto vicentino, del professor Salimbeni e del dottor Michele d’Avino, direttore dell’Istituto di Diritto internazionale della Pace "Giuseppe Toniolo" dell’Azione Cattolica Italiana.
I lavori riprenderanno nel pomeriggio, alle 15, presso l’Università, con interventi di numerosi esperti nazionali ed internazionali: Claudio Cressati (UniUD), Igor Škamperle dell’Università di Lubiana, Trude Graue - presidente dell’Istituto "Dante Alighieri" di Klagenfurt - e László Medgyesi dell’Istituto Vedras István Seghedino (Ungheria), Barbara Gross per l’Università di Bolzano e Lucio Turra dell’Istituto "Rezzara".
La seconda sessione di lavori, in programma il 19 ottobre dalle 9 presso la sede universitaria, si aprirà con l’intervento del professor Georg Meyr dell’Università di Trieste, a cui seguiranno Gaetano Ben¤i¤ del Gruppo Nazionale Italiano in Istria, il dirigente scolastico per le scuole slovene di Trieste Tomaž Sim¤i¤, monsignor Michele Tomasi della diocesi di Bolzano - Bressanone e Giulio Maria Chiodi dell’Università suor Orsola Benincasa di Napoli. La lezione conclusiva - dal titolo "L’attenzione ai territori, prospettiva di rinnovamento per l’Europa" - sarà affidata al professor Giovanni Carrosio dell’Università di Trieste.
Nel pomeriggio di venerdì, con partenza alle ore 14.30 e rientro alle 18.30, è prevista un’escursione gratuita in autobus alle basiliche di Aquileia e Grado, realizzata in collaborazione con l’Azienda Provinciale Trasporti, con il commento storico di Marco Plesnicar dell’ICM.
Il secondo appuntamento de "Lo spirito di Aquileia - Tra Mitteleuropa e Mediterraneo" può già essere segnato in calendario. I prossimi 22 e 23 novembre infatti vedranno nuovamente protagonista Gorizia con "Cultura e bellezza dei territori a confronto per il futuro", che costituirà propriamente il 53° convegno annuale dell’ICM di Gorizia, organizzato in collaborazione con ISIG e altre realtà operanti nel territorio.

© Voce Isontina 2019 - Riproduzione riservata
Lo Spirito di Aquileia, fra Mitteleuropa e Mediterraneo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.