Gorizia
stampa

L'oratorio: alleanza tra comunità cristiana, famiglia e città

Tre giorni di festa e di riflessione per i 70 del Pastor Angelicus

Parole chiave: anniversario Pastor Angelicus (1)

Il desiderio lungamente ed ardentemente vagheggiato di poter aprire un oratorio, nella Parrocchia del Duomo di Gorizia, che raccogliesse i ragazzi della Parrocchia, specialmente i più bisognosi materialmente e moralmente, onde poterli istruire ed educare e poterli svagare con divertimenti sani ed onesti, finalmente diventa realtà". Furono queste le parole che accompagnarono l’apertura del nuovo ambiente giovanile in via Rabatta a Gorizia nell’estate del 1946, e che mantengono più che mai vivo il loro significato.
La festa per i 70 anni di fondazione dell’oratorio Pastor Angelicus, che il Consiglio Pastorale del Duomo di Gorizia sta preparando insieme ai diversi gruppi e associazioni, non desidera soltanto ricordare i momenti più significativi che hanno caratterizzato la vita degli oratoriani e dei gruppi che dell’oratorio hanno fatto quasi una seconda casa dal dopoguerra ad oggi. La festa sarà come un albero ben piantato e dalle profonde radici che si protende con i suoi frutti, ancora abbondanti e succosi, verso le nuove generazioni.
Lo scopo dei festeggiamenti è molteplice: celebrare i 70 anni del Pastor Angelicus, inaugurare i nuovi ambienti oratoriani appena costruiti e consegnarli alla comunità, aprire una riflessione su ciò che l’oratorio è, ma soprattutto su quello che potrebbe diventare.
Il primo appuntamento si terrà venerdì 3 giugno 2016 alle 20.30 in Palazzo Rabatta. Sono stati invitati la dott.ssa Elisabetta Madriz, pedagogista e docente universitaria, e don Nicola Ban, incaricato Triveneto per la pastorale Giovanile. Gli sguardi degli esperti quindi saranno puntati sulla cultura educativa e sui compiti e sull’azione della Chiesa. L’idea dominante che accompagnerà il percorso dei tre giorni sarà gettare lo sguardo sui giovani di settant’anni fa e soprattutto del 2016, per confrontarne le domande e le problematiche, le esigenze e le iniziative.
Bella e strutturata la serata di sabato 4 giugno che trova impegnata principalmente l’Associazione Noi del Pastor, in crescita ormai da 15 anni e che celebrerà quindi il suo anniversario di fondazione.
L’inaugurazione solenne dei nuovi ambienti del PASTOR avrà luogo invece domenica 5 giugno dalle ore le 10.30 con la Santa Messa, per continuare con il taglio del nastro e la benedizione degli ambienti, alla presenza del nostro Arcivescovo Carlo, del sindaco dott. Romoli e delle altre autorità. L’alzabandiera a cura degli scout, l’apertura di alcuni stands, come quello del gruppo missionario, della mostra fotografica per i 70 anni, l’angolo dei DVD e delle pubblicazioni della parrocchia, arricchiranno la giornata. Non mancheranno i dolcetti e il caffè offerti dagli scouts e un breve intrattenimento teatrale e musicale.
Alla nostra parrocchia piacerebbe percorrere nuovi sentieri anche per immaginare e condurre l’oratorio, cercando di valorizzare meglio il Progetto SPRAR, grazie al quale da sei anni vengono ospitate tre donne richiedenti asilo. Altrettanto impellente come parrocchia è il desiderio di uscire, per esempio stabilendo contatti con quelle terre di missione per le quali il nostro gruppo missionario lavora da anni.
Gli inviti sono in spedizione, ma contiamo sul passaparola di tutti.

© Voce Isontina 2021 - Riproduzione riservata
L'oratorio: alleanza tra comunità cristiana, famiglia e città
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.